Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: 1 [2] 3   Giù
  Stampa  
Autore Topic: Autocostruito VS Di Serie Pro e Contro  (Letto 5123 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Comandato MasTer
Super forumista
*****

Karma: 956
Post: 940



« Risposta #15 il: 27 Giugno 2012, 18:38:16 »

Prima domanda da porsi: voglio fare il pilota o il meccanico?
Perchè io conosco pochissimi autocostruttori che non passano anni - una volta finito l'aereo - a metterci mano continuamente.
L'autocostruzione - dal mio punto di vista - deve essere una passione, altrimenti tribuli e non è detto che risparmi (considerato poi che devi dare un valore al tuo tempo: se la tua ora vale 0 euro, allora considererei il suicidio).

Questo è un equivoco, la maggior parte degli autocostruttori una volta finito l'aereo, passano anni a smanettare perché gli piace farlo. La giustificazione che danno è la continua ricerca della perfezione. In verità non fanno altro che peggiorare le qualità originarie del velivolo.

Loggato

Beati siano i giusti perché saranno giustiziati
Ettore
Super forumista
*****

Karma: -2
Post: 3.707



« Risposta #16 il: 27 Giugno 2012, 19:51:00 »

Sono d'accordo con te per la prima frase master.
Riportando sempre l'esempio del mio presidente...lui ha appena finito di montare alettoni e flap soffiati sul suo Storm 280 (che in origine non li aveva), ma non l'ha fatto perché il sistema di prima funzionasse male, ne tantomeno ha peggiorato le qualità originarie dell'aereo...anzi!

Come hai detto giustamente tu, il VERO autocostruttore, ovvero quello che si costruisce il proprio aereo per sè (nè io, nè il Wilmo, nè tanti altri che volano con aerei coatruiti da kit lo sono), lo fa perché gli piace in primis costruire e solo in un secondo momento volare la propria realizzazione.
Loggato

Ettore Bellini
VDS Aquile Randagie (VR01) || PPL Boscomantico (LIPN)
www.aquilerandagie.com
Comandato MasTer
Super forumista
*****

Karma: 956
Post: 940



« Risposta #17 il: 28 Giugno 2012, 09:06:59 »

Sono d'accordo con te per la prima frase master.
Riportando sempre l'esempio del mio presidente...lui ha appena finito di montare alettoni e flap soffiati sul suo Storm 280 (che in origine non li aveva), ma non l'ha fatto perché il sistema di prima funzionasse male, ne tantomeno ha peggiorato le qualità originarie dell'aereo...anzi!

Come hai detto giustamente tu, il VERO autocostruttore, ovvero quello che si costruisce il proprio aereo per sè (nè io, nè il Wilmo, nè tanti altri che volano con aerei coatruiti da kit lo sono), lo fa perché gli piace in primis costruire e solo in un secondo momento volare la propria realizzazione.

Si, ma quelle si chiamano personalizzazioni, che si possono anche fare con le dovute conoscenze ingegneristiche e da collaudatore finale. Non era quello che intendevo io... mi riferivo a chi passa la vita a sostituire la bulloneria originale montata di fretta con bulloni pregiati AN equivalenti o cambiano i tubi originali in plastica (rilsan)con tubi in treccia metallica e altri particolari di poco conto il cui smontaggio e rimontaggio provoca solo un danno.

Più tocchi più rompi, e lo dico contro i miei interessi di manutentore..

Ciao
Massimo
Loggato

Beati siano i giusti perché saranno giustiziati
Giamosa
Super forumista
*****

Karma: -24
Post: 1.156



WWW
« Risposta #18 il: 03 Luglio 2012, 22:47:13 »

Visto che i costruttori, sia privati che società, sono tra i più svariati
questo ragionamento non può essere portato avanti arrivando ad una sola
conclusione perché i soggetti non hanno un caratteristica definita.

Si può dire che quelli di serie sono meglio di quelli autocostruiti
ma posso garantire che in moltissimi casi non è affatto vero.

Si può dire che gli autocostruiti sono fatti meglio di quelli di serie,
ma anche questo non è vero.

Casistica troppo ampia che non da nessuna garanzia.

Solo una cosa può essere vera, per vedere aerei superlativi bisogna guardare nel
comparto degli autocostruiti, un'azienda non può permettersi l'eccellenza.
E questo è l'unico punto fermo.

Giamosa
Loggato

Giamosa- misterpilot.it e assoaircraft.com
Ettore
Super forumista
*****

Karma: -2
Post: 3.707



« Risposta #19 il: 04 Luglio 2012, 01:10:27 »

Visto che i costruttori, sia privati che società, sono tra i più svariati
questo ragionamento non può essere portato avanti arrivando ad una sola
conclusione perché i soggetti non hanno un caratteristica definita.

Si può dire che quelli di serie sono meglio di quelli autocostruiti
ma posso garantire che in moltissimi casi non è affatto vero.

Si può dire che gli autocostruiti sono fatti meglio di quelli di serie,
ma anche questo non è vero.

Casistica troppo ampia che non da nessuna garanzia.

Solo una cosa può essere vera, per vedere aerei superlativi bisogna guardare nel
comparto degli autocostruiti, un'azienda non può permettersi l'eccellenza.
E questo è l'unico punto fermo.

Giamosa

Straquoto.
Loggato

Ettore Bellini
VDS Aquile Randagie (VR01) || PPL Boscomantico (LIPN)
www.aquilerandagie.com
Hermes Fly
Super forumista
*****

Karma: 4
Post: 910


Volatore Apprendista . . . .


WWW
« Risposta #20 il: 04 Luglio 2012, 01:22:09 »

Be Giamosa  , ma ci sarà una prevalenza , e ad occhio mi sembra che gli autocostruiti siano più soggetti a imperfezioni o problemi considerando che probabilmente sono per la maggiorparte prototipi .
Poi che ci siano autocostruiti eccellenti ci stà . ma la maggior parte ?
secondo me nelle produzioni in serie eliminano i difetti .
logico no ?

Loggato

Hermes Fly  MI02 Baialupo    Storm 300 Bellissimo

Nel volo non esiste l'apparenza , esiste solo la sostanza !
FABRIZ
Super forumista
*****

Karma: 12
Post: 1.344



« Risposta #21 il: 04 Luglio 2012, 01:56:12 »

In alcuni autocostruiti puoi trovare l'eccellenza dei materiali, componenti, strumenti, ecc
In quelli di serie la collaudata standardizzazione. Ai fini dell'affidabilità quest'ultima è importantissima...
Loggato


FABRIZIO
Provvisoriamente a piedi.
Baialupo per sentiment

I PINGUINI FANNO I PASSEGGERI!
Giamosa
Super forumista
*****

Karma: -24
Post: 1.156



WWW
« Risposta #22 il: 04 Luglio 2012, 13:48:59 »

Ricordando sempre che non ci sarà mai una risposta definitiva possiamo entrare nel dettaglio e considerare che :

Esistono autocostruiti progettati dal costruttore stesso.
La grande degli autocostruiti segue una disegno abbastanza preciso.

Nel secondo caso vale la logica del prodotto di serie anche se non proprio uguale.
Infatti i kit sono seguiti da un'azienda o qualcosa di assimilabile ad essa, per cui gli impianti non sono proprio improvvisati ma seguono almeno un disegno di base.

Diciamo che la variabile è il costruttore, che può elevarla o meno.

In pratica, a meno che ci sia qualcuno che si prende la briga di fare un indagine, riamarrà sempre una stima opinabile.
La mia esperienza con i costruttori della serie Asso è abbastanza buona, eccelle in pochissimi casi ma è negli standard in moltissimi altri. Le eccezioni naturalmente ci sono sempre.
Immagino però un autocostruito RV, sotto CAP oppure un ICP, non ceedo abbiano molto da invidiare ai prodottimdi serie, anzi.

Insomma come vedete la risposta non è univoca e non si può certo dire che gli autocostruiti siano inferiori.

Dipende caso per caso.

Ciao.
Giamosa

Loggato

Giamosa- misterpilot.it e assoaircraft.com
Jack List
Ragazzaccio
Super forumista
*****

Karma: -18
Post: 21.737



« Risposta #23 il: 04 Luglio 2012, 15:32:30 »

non e' affatto vero.

e ad occhio mi sembra che gli autocostruiti siano più soggetti a imperfezioni o problemi considerando che probabilmente sono per la maggiorparte prototipi .



Loggato

Democrazia: il sistema attraverso il quale quelli che adorano l'autorita' e la sicurezza derivante dalla schiavitu' usano il loro predominio numerico per schiavizzare quelli che amano la liberta'.
Giamosa
Super forumista
*****

Karma: -24
Post: 1.156



WWW
« Risposta #24 il: 05 Luglio 2012, 12:47:41 »

Citazione
e ad occhio mi sembra che gli autocostruiti siano più soggetti a imperfezioni o problemi considerando che probabilmente sono per la maggiorparte prototipi

Non conosci questo settore, la stragrande maggioranza sono progetti replicati su larga scala.

Non immaginereste mai quanti asso V Champion ci sono nel mondo.

Giamosa.

Loggato

Giamosa- misterpilot.it e assoaircraft.com
pilota078
Forumista senior
****

Karma: -9
Post: 480



« Risposta #25 il: 10 Luglio 2012, 14:08:13 »

Bisognerebbe anche differenziare le autocostruzioni ... Cioe' se prendi un kit standard RV lo devi assemblare , se prendi dei piani  di costruzione di un Pitts ad esempio , lo devi costruire e la cosa e' un po' diversa ... Assemblare e costruire non e' la stessa cosa ... Poi sinceramente tutta questa costruzione precisa ed aeronautica nel mondo VDS non la vedo , e non e' che sia cieco ... Vi sembrano materiali  e impianti aeronautici quelli usati ad esempio su un P 2002 o su tanti altri aereoplani  Huh? Si dovrebbero guradare con occhi diversi anche i mezzi di serie ....

Loggato

Alberto - Campobasso "in c@lo al mondo "  Campo volo di Campochiaro -
Giamosa
Super forumista
*****

Karma: -24
Post: 1.156



WWW
« Risposta #26 il: 15 Luglio 2012, 08:56:22 »

Citazione
Poi sinceramente tutta questa costruzione precisa ed aeronautica nel mondo VDS non la vedo ,

Esatto, con una piccola correzione, anche nell'AG non la vedo.

Gli impianti aeronautici sono molto poveri per due ragioni fondamentali:

1 - si rifanno a testi e tecniche di almeno 50 anni fa e non si sono per nulla rinnovati
2 - devono essere leggeri e semplici.

Se aggiungi poi la pochezza di immaginazione degli ingegneri aeronautici che per sopperire
alla loro incapacità (sottolineo INCAPACITÀ) di adattare gli impianti al millennio in cui viviamo
ci mettono una pezza con le stramaledette check list.

Faccio un esempio.
Ai più sembrerà normale che per volare si debba chiudere un serbatoio ed aprirne un'altro,
questa è la cosa più imbecille che si possa fare, per risolvere un problema di uno scarso
progettista ( sono solo bravi a copiarsi) i piloti ci lasciano le penne.

Quanti incidenti sono successi per quella stronzata dei rubinetti?

Altro esempio è l'ergonomia di bordo, pulsanti buttati a caso in qualche modoe senza una sequenza precisa,  strumenti che hanno collocazioni dubbie e, per finire, cruscotti altissimi che limitano la visibilità esterna.

Prendete un'auto degli anni 70, mettetela accanto ad un aereo e vedrete che sono
perfettamente compatibili in una foto in bianco e nero.

Aeronautica?
Roba vecchia per aria.

E la cosa più incredibile è che è vorrei fosse solo una battuta!

Giamosa
Loggato

Giamosa- misterpilot.it e assoaircraft.com
Hermes Fly
Super forumista
*****

Karma: 4
Post: 910


Volatore Apprendista . . . .


WWW
« Risposta #27 il: 15 Luglio 2012, 11:25:46 »

Giamosa , queste tue considerazioni mi inquietano, possibile che tra tutti i progettisti non ce ne sia qualcuno in grado di applicare nuovi concetti di semplicità e funzionalità ? ovviamente supportato da un costruttore.
Loggato

Hermes Fly  MI02 Baialupo    Storm 300 Bellissimo

Nel volo non esiste l'apparenza , esiste solo la sostanza !
pilota078
Forumista senior
****

Karma: -9
Post: 480



« Risposta #28 il: 15 Luglio 2012, 13:09:28 »

Hermes , prova a smontare qualche ULM e vedi che scoprirai un mondo che non conosci ... Inizia a vedere quanti ULM utilizzano cavi aeronautici ... Gli impianti frenanti ti sembrano studiati da qualche ingegnere Huh? ti sembra he tutti gli aerei siano assemblati con rivetti aeronautici Huh? Fantasia lasciamelo dire ....
Siamo noi che ci facciamo convincere dalle cazzate che ci raccontano i costruttori ...
Sinceramente ho visto aerei autocostruiti ( da persone capaci ) che sono di gran lunga migliori di quelli di serie , come ho visto anche costruzioni un po' meno precise , ma volano lo stesso ...
Loggato

Alberto - Campobasso "in c@lo al mondo "  Campo volo di Campochiaro -
Giamosa
Super forumista
*****

Karma: -24
Post: 1.156



WWW
« Risposta #29 il: 16 Luglio 2012, 09:05:36 »

Citazione
Giamosa , queste tue considerazioni mi inquietano, possibile che tra tutti i progettisti non ce ne sia qualcuno in grado di applicare nuovi concetti di semplicità e funzionalità ? ovviamente supportato da un costruttore.

Oggi ci sono tecniche e materiali superiori a quelli di 50 anni fa.
Su questo nessuno può dire il contrario.

I serbatoi alari su un ala bassa non hanno bisogno di essere aperti e chiusi continuamente,
Lo dimostra l'aereo che sto volando che ha un nuovo sistema di gestione e che funziona benissimo.

Su un ala alta anche il CT dimostra la stessa cosa.
Questo deve far pensare.

Ed è solo un piccolo esempio.
I progettisti sono in gran parte degli impiegati che copiano il lavoro dei loro predecessori
e spesso lo fanno anche male.

Poche eccezioni a parte.

Non è questione di ulm o di AG, è la mentalità retrograda di questo settore che è ormai superata.

Ciao.
Giamosa
Loggato

Giamosa- misterpilot.it e assoaircraft.com
Pagine: 1 [2] 3   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2013 © VFRFlight.net | Privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc