Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: [1] 2   Giù
  Stampa  
Autore Topic: Rotte VFR all'interno del CTR di Roma - spazio aereo G  (Letto 3530 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Mangusta
Forumista pro
***

Karma: 1
Post: 262


Vacci Liscio


« il: 17 Agosto 2012, 14:21:35 »

Cari amici del forum leggendo l’AIP ho notato che
•   il punto 7 della ENR 2-1-2p-36 (A.I.P) relativa al CTR di Roma (norme particolari sul traffico vfr) dispone che “l’attività per i voli vfr è consentito solo lungo le rotte ed ai livelli pubblicati in ENR 6.3-9 se non diversamente autorizzata dall’Ente ATC competente. Non è richiesta l’autorizzazione ATC per l’ingresso nel CTR se vengono seguite le rotte VFR pubblicate”;
•   il punto 3.2 della ENR 2-1-1.2 relativa alla FIR/UIR di Roma recita, in accordo con quanto disposto dalle norme sul CTR, “rotte e settori VFR – CLASSE “G””.
In relazione a quanto esposto la rotta vfr che attraversa il CTR di Roma da Nord a Sud (per intenderci Settecamini, Mentana , Passo Corese) è spazio aereo classe G, quindi, a differenza di quello che fino ad oggi ho fatto (chiamata a Urbe Torre o a Roma Informazioni), con un mezzo avanzato potrei attraversare detto spazio aereo senza alcuna chiamata in quanto non è spazio aereo controllato ed avendo a bordo l’ELT non ho l’obbligo di effettuare il piano di volo nè i riporti di posizione.
Vorrei avere una conferma, da persone più esperte di me in traffico aereo, se la mia lettura dell’AIP è corretta. Ogni risposta è ben accetta, ciao a tutti Roberto.
Loggato
Mariko
Super forumista
*****

Karma: -2035
Post: 11.701


Allenatore di Cachi


« Risposta #1 il: 17 Agosto 2012, 15:31:38 »

Sai che mettendola così si potrebbe anche pensare che si possano usare quei corridoi anche con un apparecchio non avanzato? Posto che l'attività VDS con apparecchi non qualificati avanzati deve essere svolta fuori dagli spazi aerei controllati, se quei corridoi sono spazio G, non sono spazi controllati.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
daviza
Forumista pro
***

Karma: 5
Post: 237



WWW
« Risposta #2 il: 17 Agosto 2012, 16:15:40 »

A mè è la rotta che anche a Sabaudia hanno consigliato di usare tre settimane fa, per me e il gruppo di non avanzati che eravamo.
 Wink  Tongue
Loggato

Davide Zampieri
LIDB
pirlotone
Super forumista
*****

Karma: -3
Post: 675


« Risposta #3 il: 18 Agosto 2012, 01:59:25 »

Sai che mettendola così si potrebbe anche pensare che si possano usare quei corridoi anche con un apparecchio non avanzato? Posto che l'attività VDS con apparecchi non qualificati avanzati deve essere svolta fuori dagli spazi aerei controllati, se quei corridoi sono spazio G, non sono spazi controllati.

Purtroppo non sono corridoi e non sono spazio G (a tutte le quote) , sono rotte vfr all'interno del ctr di Roma che hanno l'eccezione di non necessitare di contatto radio tranne qualche caso particolare come riportato in AIP. Queste rotte VFR hanno quote bel definite , in genere 1500 o 2000.

Altro discorso sono i settori VFR della TMA .........

ciao

« Ultima modifica: 16 Dicembre 2013, 14:09:34 da pirlotone » Loggato
Mariko
Super forumista
*****

Karma: -2035
Post: 11.701


Allenatore di Cachi


« Risposta #4 il: 18 Agosto 2012, 08:38:32 »

La mia tesi, controvertibilissima, è che se l'AIP specifica che sono spazi G (secondo te che spazio è? Non può esistere uno spazio aereo diverso da quelli previsti da ICAO) allora non sono spazi aerei controllati e quindi rispettando i 500/1000ft AGL anche un non avanzato (o un avanzato condotto da pilota non avanzato) ci dovrebbe poter accedere. Per esempio nel nordest ci sono alcuni corridoi ed aree di spazio G all'interno dei CTR militari dove i VDS possono transitare.

C' è da notare che se esistono corridoi senza controllo significa che in quella zona il CTR non ha motivo di avere base GND. Poche balle.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
Nik
Super forumista
*****

Karma: 12
Post: 882



« Risposta #5 il: 18 Agosto 2012, 12:30:39 »

C' è da notare che se esistono corridoi senza controllo significa che in quella zona il CTR non ha motivo di avere base GND. Poche balle.

non è esattamente così. nei famosi corridoi VDS non ci può volare chiunque ma solo chi ne abbia fatto richiesta e previa attivazione dell'ente ATS
ENR 5.5.4-1:Attività di volo da diporto sportivo (VDS) può essere effettuata, dagli utenti autorizzati da ENAC, all'interno di aree e/o corridoi contenute/i all'interno di zone di controllo (CTR) e zone di traffico di aeroporto (ATZ), i cui limiti e periodi di attività sono indicati in ENR 5.5.4.1-1 e seguenti.
quindi il corridoio prima deve essere attivato e POI può essere percorso. questo serve a dare info di attività vds/b (quindi "invisibili" e "sordo-muti") CERTA in quel corridoio
o stiamo parlando della stessa cosa in modo diverso?

per il discorso del topic mi riprometto di documentarmi meglio per questo specifico caso anche se lo spazio G è spazio G e viene chiaramente specificato alla pagina ENR 2.1.1.2-4 punto 3.1 1)    Per la classificazione di CTR-ATZ compresi nei confini della TMA vedi ENR 2.1.2 e AD. Le rotte ed i settori VFR sono classificati “G”.

però ovviamente si parla di CTR di Roma (cioè uno spazio controllato) inoltre questa frase (in grassetto)
Citazione
L’attività per i voli VFR è consentita solo lungo le rotte ed ai livelli pubblicati in ENR 6.3-9 se non diversamente autorizzata dall’Ente ATC competente.
Non è richiesta l’autorizzazione ATC per l’ingresso nel CTR se vengono seguite le rotte VFR pubblicate, ad eccezione dei seguenti casi per i quali è necessario ottenere una preventiva autorizzazione:
potrebbe dar adito a molte interpretazioni...
cioè queste rotte VFR non mi sembrano COME i corridoi VDS. mi informo
« Ultima modifica: 18 Agosto 2012, 12:32:51 da Nik » Loggato

indeciso su dove andare il prossimo anno... (zona friuli)
Mariko
Super forumista
*****

Karma: -2035
Post: 11.701


Allenatore di Cachi


« Risposta #6 il: 18 Agosto 2012, 13:32:28 »

Sí Nik, mentre i corridoi dei CTR militari, almeno sulla carta, richiedono autorizzazione e attivazione, quei corridoi di roma non richiedono nulla.
Per l' interpretazione della frase, " se non diversamente autorizzati" mi sembra cHiaro che intenda dire che se vuoi volare al di fuori di quei corridoi devi avere la clearance.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
pirlotone
Super forumista
*****

Karma: -3
Post: 675


« Risposta #7 il: 18 Agosto 2012, 14:33:48 »

La mia tesi, controvertibilissima, è che se l'AIP specifica che sono spazi G (secondo te che spazio è? Non può esistere uno spazio aereo diverso da quelli previsti da ICAO) allora non sono spazi aerei controllati e quindi rispettando i 500/1000ft AGL anche un non avanzato (o un avanzato condotto da pilota non avanzato) ci dovrebbe poter accedere. Per esempio nel nordest ci sono alcuni corridoi ed aree di spazio G all'interno dei CTR militari dove i VDS possono transitare.

C' è da notare che se esistono corridoi senza controllo significa che in quella zona il CTR non ha motivo di avere base GND. Poche balle.

Nelle rotte VFR all'interno CTR Roma serve o meno contatto radio a seconda della destinazione o di cosa si andrà poi a sorvolare. Ci sono 2 casi distinti dove serve.

1- Se si è diretti a Ciampino o Pratica.

2- Se si intende sorvolare i punti Velletri, Anzio, Borgo Isonzo.

Ma anche se questo non fosse vero rimarrebbe il problema che queste rotte prevedono quote specifiche di 1500 e 2000 , quindi OFF limits per basici.

ciao



« Ultima modifica: 16 Dicembre 2013, 14:11:14 da pirlotone » Loggato
pirlotone
Super forumista
*****

Karma: -3
Post: 675


« Risposta #8 il: 18 Agosto 2012, 14:44:27 »


C' è da notare che se esistono corridoi senza controllo significa che in quella zona il CTR non ha motivo di avere base GND. Poche balle.

Magari appunto per tenere fuori eventuali ULM basici, che non avendo il transponder creano tracce primarie lasciando il dubbio quota.

Ovviamente faccio l'avvocato del diavolo. ciao

Loggato
pirlotone
Super forumista
*****

Karma: -3
Post: 675


« Risposta #9 il: 18 Agosto 2012, 14:49:59 »


non è esattamente così. nei famosi corridoi VDS non ci può volare chiunque ma solo chi ne abbia fatto richiesta e previa attivazione dell'ente ATS
ENR 5.5.4-1:Attività di volo da diporto sportivo (VDS) può essere effettuata, dagli utenti autorizzati da ENAC, all'interno di aree e/o corridoi contenute/i all'interno di zone di controllo (CTR) e zone di traffico di aeroporto (ATZ), i cui limiti e periodi di attività sono indicati in ENR 5.5.4.1-1 e seguenti.
quindi il corridoio prima deve essere attivato e POI può essere percorso. questo serve a dare info di attività vds/b (quindi "invisibili" e "sordo-muti") CERTA in quel corridoio
o stiamo parlando della stessa cosa in modo diverso?

Si, mi sembra proprio di ricordare che l'autorizzazione è nominativa e non sulle marche. Tipo il sig. Pallino o l'associazione Pinco.

Ciao
Loggato
Nik
Super forumista
*****

Karma: 12
Post: 882



« Risposta #10 il: 18 Agosto 2012, 15:31:46 »

Ma anche se questo non fosse vero rimarrebbe il problema che queste rotte prevedono quote specifiche di 1500 e 2000 , quindi OFF limits per basici.

mi spiace ma (sempre dall'AIP segnalato precedentemente):
Citazione
Rotte e settori VFR - Classe "G"
I Voli VFR entro i limiti laterali della TMA di Roma devono essere condotti lungo determinate rotte o settori e ad una altezza o altitudine non superiore a quelle stabilite in ENR 6.3-9.
Loggato

indeciso su dove andare il prossimo anno... (zona friuli)
Mariko
Super forumista
*****

Karma: -2035
Post: 11.701


Allenatore di Cachi


« Risposta #11 il: 18 Agosto 2012, 15:37:40 »

Ovviamente faccio l'avvocato del diavolo. ciao
Sì, anche io mica son convinto di quello che dico, avanzo solo delle ipotesi.
Per me la soluzione più semplice sarebbe sollevare a 1000ft la base di tutti i CTR, mantenendo GND solo l'area dell'ATZ, ma quando dici una cosa del genere c'è gente a cui vanno gli occhi nelle orbite e cadono dalla sedia. Cheesy
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
pirlotone
Super forumista
*****

Karma: -3
Post: 675


« Risposta #12 il: 18 Agosto 2012, 22:08:42 »

Ma anche se questo non fosse vero rimarrebbe il problema che queste rotte prevedono quote specifiche di 1500 e 2000 , quindi OFF limits per basici.

mi spiace ma (sempre dall'AIP segnalato precedentemente):
Citazione
Rotte e settori VFR - Classe "G"
I Voli VFR entro i limiti laterali della TMA di Roma devono essere condotti lungo determinate rotte o settori e ad una altezza o altitudine non superiore a quelle stabilite in ENR 6.3-9.

Non superiore mica significa che se la rotta standard è 1500 o 2000 puoi volare a 1000 ..... Se vuoi volare a 1000 in rotta standard lo puoi chiedere, ma se non vuoi contattare devi attenerti alle quote indicate sulla mappa. ciao

« Ultima modifica: 18 Agosto 2012, 22:12:47 da pirlotone » Loggato
Nik
Super forumista
*****

Karma: 12
Post: 882



« Risposta #13 il: 19 Agosto 2012, 06:38:59 »

Se vuoi aver ragione a tutti i costi te la do eh Grin

Risposta di un ex controllore di Roma ACC alla domanda se i basici possono andare sulle rotte vfr: SI

Fate vobis
Loggato

indeciso su dove andare il prossimo anno... (zona friuli)
Mariko
Super forumista
*****

Karma: -2035
Post: 11.701


Allenatore di Cachi


« Risposta #14 il: 19 Agosto 2012, 08:17:18 »

Non superiore mica significa che se la rotta standard è 1500 o 2000 puoi volare a 1000 ..... Se vuoi volare a 1000 in rotta standard lo puoi chiedere, ma se non vuoi contattare devi attenerti alle quote indicate sulla mappa. ciao
Quoto Nik: "non superiore" significa "non superiore", cioè al di sotto (avendo cura di rispettare i limiti minimi imposti dalle regole dell'aria) va bene tutto.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
Pagine: [1] 2   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2013 © VFRFlight.net | Privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc