Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: 1 ... 4 5 [6] 7   Giù
  Stampa  
Autore Topic: 178 secondi: altro mito (o bufala) da sfatare  (Letto 16474 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #75 il: 26 Marzo 2014, 09:47:49 »

ma molto ben mirate ;-)


mi sta per partire una raffica di delete


...raffiche brevi, mi raccomando

 Cheesy Cheesy
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Gladio
Forumista licensed
*
Post: 25


« Risposta #76 il: 02 Febbraio 2018, 17:41:34 »

Non voglio fare gravediggin' di un thread ma questo merita e non poco.
Proprio iera sera al corso di teoria si è parlato di questi fantomatici 180 secondi (ne hanno messi 2 in più per aumentare la suspance forse ...).
Se avessi letto prima questo thread forse avrei preso qualche parolaccia ma sai che gusto ?

Avviso il toro di cui al primo post ?  Grin

Loggato
Arturo (sesterzio)
Super forumista
*****
Post: 3.216


« Risposta #77 il: 02 Febbraio 2018, 23:28:34 »

Non voglio fare gravediggin' di un thread ma questo merita e non poco.
Proprio iera sera al corso di teoria si è parlato di questi fantomatici 180 secondi (ne hanno messi 2 in più per aumentare la suspance forse ...).
Se avessi letto prima questo thread forse avrei preso qualche parolaccia ma sai che gusto ?

Avviso il toro di cui al primo post ?  Grin



Stai facendo teoria giusto?
Devi fare ancora l'esame giusto?
Non hai proprio questa grande abitudine a tenere l'aereo trimmato ad una quota e anche ad una velocità costante non casuale giusto?
Non tutte le virate ti vengono a velocità e quota costanti giusto?

Se quello che ho ipotizzato è vero (e potrebbe non esserlo) allora faresti bene a considerare con attenzione i 178 secondi perché per qualcuno sono tutt'ora validi.

Arturo
Loggato

AeCI-Siena LIQS (+ LIMW, KTPF)  AOPA 4184
Gladio
Forumista licensed
*
Post: 25


« Risposta #78 il: 02 Febbraio 2018, 23:50:17 »

Si
Si
Non ho capito. Trimmo a 170 km/h (di solito)
Giusto


Loggato
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #79 il: 03 Febbraio 2018, 10:55:54 »

a prescindere dal livello di esperienza di chi ascolta, la storia dei 178 secondi rimane una colossale bufala


essere trimmati e/o capaci di tenere una quota e velocita' costanti sono irrilevanti ai fini di sopravvivere un ingresso accidentale in IMC. devi sopravvivere, non vincere un concorso di bellezza



Non voglio fare gravediggin' di un thread ma questo merita e non poco.
Proprio iera sera al corso di teoria si è parlato di questi fantomatici 180 secondi (ne hanno messi 2 in più per aumentare la suspance forse ...).
Se avessi letto prima questo thread forse avrei preso qualche parolaccia ma sai che gusto ?

Avviso il toro di cui al primo post ?  Grin



Stai facendo teoria giusto?
Devi fare ancora l'esame giusto?
Non hai proprio questa grande abitudine a tenere l'aereo trimmato ad una quota e anche ad una velocità costante non casuale giusto?
Non tutte le virate ti vengono a velocità e quota costanti giusto?

Se quello che ho ipotizzato è vero (e potrebbe non esserlo) allora faresti bene a considerare con attenzione i 178 secondi perché per qualcuno sono tutt'ora validi.

Arturo

Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Arturo (sesterzio)
Super forumista
*****
Post: 3.216


« Risposta #80 il: 03 Febbraio 2018, 19:56:34 »

Sono in disaccordo. (era un po' che non capitava  Smiley ).

Se vuoi volare in IMC o semplicemente uscirne con un 180 per riportare a casa la pelle DEVI saper tenere un assetto in modo naturale.
Ovvero DEVI saper virare in assetto costante senza perdere quota o rischiare lo stallo.
Più naturale ti viene questa manovra meno problemi avrai a farla anche con visibilità ridotta.

Se non arrivi a questo, cominciare a considerare con sufficienza i 178 secondi ovvero i possibili problemi legati all'IMC volontario o meno è un pessimo modo di rapportarsi ai possibili problemi futuri.
Figurati se io sono uno che demonizza il volo in nube, ma non mi piace che si dica che è comunque un "non problema" perchè l'esperimento dei 178 secondi è farlocco.

Buona IMC a tutti (quelli addestrati e che ci sanno stare)

Arturo
Loggato

AeCI-Siena LIQS (+ LIMW, KTPF)  AOPA 4184
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #81 il: 05 Febbraio 2018, 11:27:37 »

non vedo perche'.

se sai come uscire, anche se un po a zig zag, va bene lo stesso.
anzi, e' probabilmente molto piu' facile uscirne un po a zigzag che tenendo rotte precise, e sai perche'? perche' l'orecchio interno, con variazioni molto piccole e graduali, non ti aiuta affatto e anzi tende a fregarti. se invece dai un comando per girare a dx con un minimo di decisione, l'orecchio interno ti conferma che ha virato a dx

e questa e' una altra delle cose che critico, cioe' l'insistenza a insegnare ai piloti ad aver paura di usare la barra e i pedali, e quando si tratta di azionarli con decisione, rimangono imbambolati.





Sono in disaccordo. (era un po' che non capitava  Smiley ).

Se vuoi volare in IMC o semplicemente uscirne con un 180 per riportare a casa la pelle DEVI saper tenere un assetto in modo naturale.
Ovvero DEVI saper virare in assetto costante senza perdere quota o rischiare lo stallo.
Più naturale ti viene questa manovra meno problemi avrai a farla anche con visibilità ridotta.

Se non arrivi a questo, cominciare a considerare con sufficienza i 178 secondi ovvero i possibili problemi legati all'IMC volontario o meno è un pessimo modo di rapportarsi ai possibili problemi futuri.
Figurati se io sono uno che demonizza il volo in nube, ma non mi piace che si dica che è comunque un "non problema" perchè l'esperimento dei 178 secondi è farlocco.

Buona IMC a tutti (quelli addestrati e che ci sanno stare)

Arturo
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
mage
Super forumista
*****
Post: 921


« Risposta #82 il: 05 Febbraio 2018, 12:10:36 »

Citazione
dai un comando per girare a dx con un minimo di decisione, l'orecchio interno ti conferma che ha virato a dx

A me è capitato con la maschera di dare un impulso deciso per recuperare un assetto che si stava compromettendo ma, in generale, trovo più facile in imc simulato pilotare dando pressioni sui comandi più che movimenti. Va bene non cercare di tenere la quota perfetta ma eviterei di fare variazioni brusche o decise perchè a livello di equilibrio è peggio.

Loggato

Massimo
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #83 il: 05 Febbraio 2018, 12:59:39 »

in maschera e' una cosa, dal vero e' un altra

per me e' stato meglio usare colpetti ai comandi, un asse per volta, colpetto, verifica effetto sul OA, altro colpetto, etc

come avrebbe detto il dottor fadda, non e' elegante ma funziona.

pressioni costanti no buono, perlomeno per me e sul mio aereo. troppo impegnativo, lento nella risposta, difficile da dosare e interpretare

e poi, metti che ti infili in un assetto stronzo, tipo che so, un bank a 80 gradi, i ti sei impiccato con un bell'assetto cabratissimo, che fai, dai "pressione" al comando?  mi sa di no.









Citazione
dai un comando per girare a dx con un minimo di decisione, l'orecchio interno ti conferma che ha virato a dx

A me è capitato con la maschera di dare un impulso deciso per recuperare un assetto che si stava compromettendo ma, in generale, trovo più facile in imc simulato pilotare dando pressioni sui comandi più che movimenti. Va bene non cercare di tenere la quota perfetta ma eviterei di fare variazioni brusche o decise perchè a livello di equilibrio è peggio.


Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Arturo (sesterzio)
Super forumista
*****
Post: 3.216


« Risposta #84 il: 05 Febbraio 2018, 13:29:00 »

non vedo perche'.

se sai come uscire, anche se un po a zig zag, va bene lo stesso.
anzi, e' probabilmente molto piu' facile uscirne un po a zigzag che tenendo rotte precise, e sai perche'? perche' l'orecchio interno, con variazioni molto piccole e graduali, non ti aiuta affatto e anzi tende a fregarti. se invece dai un comando per girare a dx con un minimo di decisione, l'orecchio interno ti conferma che ha virato a dx

e questa e' una altra delle cose che critico, cioe' l'insistenza a insegnare ai piloti ad aver paura di usare la barra e i pedali, e quando si tratta di azionarli con decisione, rimangono imbambolati.

Negativo su tutta la linea.

A zig zag non vai da nessuna parte!
Già ci possono essere dei problemi a tenerlo diritto, figurati a recuperare degli "scatti".

In IMC, come in IFR solamente movimenti dolci e virate con poco bank in modo che la situazione rimanga sotto controllo e sia sempre facile recuperare.
Così si riduce la possibilità di un disorientamento e le cose sono decisamente più facili.

Qualche volta serve sicuramente un uso "intenso" dei comandi ma NON in IMC, a meno che, per movimentare la cosa, tu non abbia deciso di entrare anche in una cella temporalesca ...!

Arturo
Loggato

AeCI-Siena LIQS (+ LIMW, KTPF)  AOPA 4184
mage
Super forumista
*****
Post: 921


« Risposta #85 il: 05 Febbraio 2018, 14:18:28 »

Citazione
colpetti ai comandi, un asse per volta, colpetto, verifica effetto sul OA, altro colpetto, etc

E' quello che intendevo io, piccola pressione, controllo, ... una cosa alla volta.

Loggato

Massimo
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #86 il: 05 Febbraio 2018, 14:50:13 »

non ho detto di fare virate a 90 gradi di bank

ho detto di usare i comandi a colpetti e se necessario colpi

e guarda che io sono un totale sostenitore del pilotaggio di precisione.

ma un pilota "novizio" che entra in IMC? fai quello che devi fare, e basta. e io un novizio che si infila in nebbia che si mette a pilotare il punta di dita non ce lo vedo

mettici me, tra sti novizi.


non vedo perche'.

se sai come uscire, anche se un po a zig zag, va bene lo stesso.
anzi, e' probabilmente molto piu' facile uscirne un po a zigzag che tenendo rotte precise, e sai perche'? perche' l'orecchio interno, con variazioni molto piccole e graduali, non ti aiuta affatto e anzi tende a fregarti. se invece dai un comando per girare a dx con un minimo di decisione, l'orecchio interno ti conferma che ha virato a dx

e questa e' una altra delle cose che critico, cioe' l'insistenza a insegnare ai piloti ad aver paura di usare la barra e i pedali, e quando si tratta di azionarli con decisione, rimangono imbambolati.

Negativo su tutta la linea.

A zig zag non vai da nessuna parte!
Già ci possono essere dei problemi a tenerlo diritto, figurati a recuperare degli "scatti".

In IMC, come in IFR solamente movimenti dolci e virate con poco bank in modo che la situazione rimanga sotto controllo e sia sempre facile recuperare.
Così si riduce la possibilità di un disorientamento e le cose sono decisamente più facili.

Qualche volta serve sicuramente un uso "intenso" dei comandi ma NON in IMC, a meno che, per movimentare la cosa, tu non abbia deciso di entrare anche in una cella temporalesca ...!

Arturo
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Arturo (sesterzio)
Super forumista
*****
Post: 3.216


« Risposta #87 il: 05 Febbraio 2018, 21:19:09 »

Gianmarco credimi, lungi da me voler dare dei consigli a te.
(non so se il nuovo aereo gradisca lo stesso pilotaggio del vecchio e fidato Flash, ma vedrai tu direttamente)

MA, visto che molti ci leggono (e alcuni credono ciecamente a quello che scriviamo  Huh? ) occorre fare attenzione.

1- se un pilota a caso deve fare il famoso 180° per tornare fuori dalla merda e sa appena tenere l'aereo diritto con 500 Km di visibilità allora l'unica possibilità che ha è impostare una virata con un bank minimo e tenere d'occhio la quota e la bussola.  Quando ha fatto 180° raddrizza, stringe il culo, e aspetta di rivedere il cielo. Se non lo prende il panico ci dovrebbe riuscire.

2- se invece pensa di fare cose diverse è probabile che anche con 10 strumenti giroscopici possa cominciare a fare il conto alla rovescia cominciando da 178.

Perché sia chiaro: la famosa prova era falsata dal fatto che i piloti testati non avevano strumenti giroscopici (fondamentalmente l'orizzonte artificiale) MA se non lo so usare e mi panico il risultato è lo stesso: un buco per terra.  E purtroppo di buchi per terra se ne fanno ancora.

POI ci sono quelli che hanno fatto allenamento, hanno gli strumenti (tra cui GPS con TAWS), lo sanno fare, non hanno CB embedded in giro e allora, ma solo allora, ci possono stare dentro delle ore ... avendo la certezza che le nubi finiscono prima della benzina  Cool
Ma partire con l'idea: tanto era un esperimento sbagliato non lo accetto perché è stupidamente pericoloso.

MY TWO CENTS FOLKS
Arturo
Loggato

AeCI-Siena LIQS (+ LIMW, KTPF)  AOPA 4184
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.918



« Risposta #88 il: 06 Febbraio 2018, 10:54:06 »

e' gia diverse volte che mi arrivano ste frecciatine su come me la cavo col nuovo aereo, sottindendendo il fatto che il mio pilotaggio approssimativo e di merda fosse in qualche modo perdonato dal flash, ma che appena avessi messo su il culo su un aereo meno tonto mi sarei ammazzato, o mi sarei trovato in difficolta'.

il MCR01 e' caso mai piu' facile da pilotare del flash, perche' ha dei comandi che funzionano e che rispondono agli input del pilota, ha poco e nulla imbardata inverersa, e' molto piu' stabile in turbolenza, ha una vne alta.

il mio "pilotaggio" non ha nulla di strano e sbagliato, visto che sembra aver funzionato in una gamma di aerei variabile tra il savannah e il P51D, con un elicottero in mezzo. e ti garantisco che se non hai precisione e delicatezza con un eli non vai proprio da nessuna parte.

e non ho alcuna difficolta' a tenere l'aereo dritto anche con zero visibilita'


Gianmarco credimi, lungi da me voler dare dei consigli a te.
(non so se il nuovo aereo gradisca lo stesso pilotaggio del vecchio e fidato Flash, ma vedrai tu direttamente)


Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
OOAVA
Super forumista
*****
Post: 5.206


« Risposta #89 il: 06 Febbraio 2018, 13:24:14 »

Crono, circa la virata consistente (per percepirla bene) anni fa facendo il teardrop in IMC all aeroporto di galway , dopo il canonico minuto outbound virai come dici tu.  Dopo aver intercettato il final course raddrizzo con manovra simile.  Il mio copilota (pilota PPL)  mi chiese: perche giri a destra? 
Tutto giusto quello che dici pero, nevertheless....
Loggato
Pagine: 1 ... 4 5 [6] 7   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc