Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: 1 [2]   Giù
  Stampa  
Autore Topic: FP Propeller informa che...  (Letto 3990 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Flak
Super forumista
*****
Post: 10.617


« Risposta #15 il: 01 Maggio 2017, 18:52:34 »

Grazie per le risposte.

Citazione
- Il SW, alla 1a volta che si superano 5000 rpm dopo l'accensione, considera questo come inizio take-off. Quindi, sposta di +300 rpm tutta la curva a parità di map, e  mantiene questo spostamento per soli 3 minuti. Poi, passati i 3 minuti, la curva torna normale. In questi 3 minuti si possono raggiungere 5800 rpm. Per il resto del tempo si possono raggiungere, come massimo 5500 rpm, come da manuale Rotax. Per riavere 5800 rpm x 3 minuti bisogna spegnere e riaccendere il motore.
A mio avviso questo non è funzionale. Potrei citare numerosi casi in cui questo funzionamento non è desiderabile.

Capisco voler semplificare, ma, mi scuso per la sincerità, questo mi sembra più voler approssimare.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
polatof
Forumista pro
***
Post: 255


« Risposta #16 il: 01 Maggio 2017, 19:55:09 »

Grazie per le risposte.

Citazione
- Il SW, alla 1a volta che si superano 5000 rpm dopo l'accensione, considera questo come inizio take-off. Quindi, sposta di +300 rpm tutta la curva a parità di map, e  mantiene questo spostamento per soli 3 minuti. Poi, passati i 3 minuti, la curva torna normale. In questi 3 minuti si possono raggiungere 5800 rpm. Per il resto del tempo si possono raggiungere, come massimo 5500 rpm, come da manuale Rotax. Per riavere 5800 rpm x 3 minuti bisogna spegnere e riaccendere il motore.
A mio avviso questo non è funzionale. Potrei citare numerosi casi in cui questo funzionamento non è desiderabile.

Capisco voler semplificare, ma, mi scuso per la sincerità, questo mi sembra più voler approssimare.

Grazie delle tue risposte.
 Se tu leggessi bene il manuale Rotax, vedresti che il SW attua così proprio quanto previsto dalla casa che costruisce il motore.
 Poi, per quelli che non gradiscono 5800 al decollo (e che non danno niente di più di quanto già si ottenga a 5500), si evidenzia che il tutto è un'opzione, che si può escludere in fase di set-up.

Infine, tu sei libero di avere il tuo pensiero. Sei libero di volere funzionalità  più complesse. Se tu ci dici cosa vorresti, ti possiamo dire se è fattibile e darti la nostra valutazione.
Per contro, tutti quelli che, senza preconcetti,  hanno provato il DUAL MODE, l'hanno trovato molto efficace in tutto l'inviluppo di volo
Loggato
Mariko
Super forumista
*****
Post: 14.933


Allenatore di Cachi


« Risposta #17 il: 01 Maggio 2017, 20:37:58 »

Comprendo l'osservazione di Flak.
Il manuale non dice di non superare i 5500 RPM per più di 3 minuti "ad ogni volo"
Se per poter ottenere nuovamente i 5800rpm devo prima spegnere il motore, significa che in fase di riattaccata avrò al massimo 5500 RPM e quindi non potrò raggiungere tutta la potenza disponibile.
Considerare che la differenza di potenza tra 5500 e 5800 non è molta ha poco senso; perché non limitarla anche al dpi o decollo, allora?

Se non è difficile da realizzare, proporrei di inserire nella programmazione un timer che consenta di riavere i 5800 dopo cinque, dieci minuti dall'ultima volta che sono stati erogati.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
Flak
Super forumista
*****
Post: 10.617


« Risposta #18 il: 01 Maggio 2017, 22:51:19 »

Citazione
Poi, per quelli che non gradiscono 5800 al decollo (e che non danno niente di più di quanto già si ottenga a 5500), si evidenzia che il tutto è un'opzione, che si può escludere in fase di set-up.
Che i 5800 non diano niente di più non è esatto, lo dimostrano i dati rotax e la mia esperienza, avendo volando con PF, PVT e PVV con diversi settaggi e mezzi di diverso peso. Possiamo anche dire allora che non servono i 5500, e nemmeno i 5200, per alcuni nemmeno i 5000 e quindi non serve nemmeno una PVV. Ma la differenza esiste e riguarda i margini di manovra che si possono/vogliono avere ed in alcune circostanze più margine c'è e meglio è.

Mariko ha sintetizzato bene. Se non servono i 5.800 in riattaccata a maggior ragione non servono in decollo, forse è anche peggio, perché la riattaccata può essere più critica. Quella del reset del timer potrebbe essere una soluzione migliore, ma in salita di crociera, accentuata, avere i 5800 non è il massimo.

Per quanto riguarda i miei desideri, penso che sia difficile senza un sensore di IAS nella logica del governor. A me almeno non viene in mente altra possibilità.

P.S: oggi ho fatto un po' di prove motore al punto attesa, dopo un piccolo intervento al motore (una candela). Sono abbastanza certo di aver toccato i 5.000. Avrei poi dovuto spegnere il motore al punto attesa? E quanto è facile dimenticarselo?

P.S.2 : In finale io vorrei il passo minimo, non l'ultimo passo di crociera. E' uno dei motivi per cui monto il PVV.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
polatof
Forumista pro
***
Post: 255


« Risposta #19 il: 18 Maggio 2017, 16:03:43 »



Occorre sottolineare e ripetere che, essendo il governor DUAL MODE,  INTERAMENTE DI NOSTRA PROGETTAZIONE E PRODUZIONE, è possibile modificarlo, in qualsiasi momento,  per esigenze particolari.
Si precisa anche che, nella progettazione, non abbiamo per niente cercato di "semplificare". Invece, abbiamo fatto scelte tecniche ben precise, dettate dalla lunga esperienza, per privilegiare la sicurezza, l'affidabilità e l'efficienza di funzionamento del dispositivo.

In particolare:

  --  si può leggere l'assorbimento di corrente dell'elica, per una rapida e facile diagnostica del funzionamento
  --  in modalità manuale, il comando agisce senza componenti elettronici interposti;
  --  la leva di comando del modo è a tiro, per evitare comandi accidentali; i pomelli sono grandi, per un più facile uso
  --  il passaggio,  da modo  automatico a constant rpm a manuale e viceversa, è semplice-diretto
  --  il visore  è a led, per la massima  visibilità anche da posizione laterale
  --  il funzionamento del governor continua  anche in caso di guasto del visore
  --  I componenti elettronici impiegati sono di grande serie,  normalmente usati in produzioni "automotive"

- Il tutto è  contenuto in un diametro di pannello di 57 mm, perché lo spazio nel  cruscotto è sempre prezioso

- Ultimo , ma non meno importante: il basso prezzo di vendita è possibile solo per la scelta della tecnologia di produzione di ultima generazione.

Vi aspettiamo tutti al prossimo Flight & Fun  a Pavullo 3/4 Giugno prossimo per meglio potervi illustrare il nostro DUAL MODE


Loggato
Werner
Super forumista
*****
Post: 3.292


nonno STOL


« Risposta #20 il: 19 Maggio 2017, 03:55:02 »

Impedire di andare oltre 5500rpm lo vedo sempre negativo.
Un altro conto sarebbe se ti segnalasse la situazione "ipertesa", magari lampeggiando.
Chi progetta non puó sapere se dopo qualche anno l' utente si trovi per caso nei guai e imprecasse tutti i santi per avere piú giri in quel preciso istante.
Astrattamente sarebbe come se il Concorde (RIP) avesse avuto un impedimento fadec a mettere i postbruciatori dopo il decollo o sotto FL 200.
Loggato

a NordEst di LIPB.
Pagine: 1 [2]   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc