Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: 1 [2] 3   Giù
  Stampa  
Autore Topic: Chilcot report  (Letto 1480 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.108


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #15 il: 07 Luglio 2016, 13:55:25 »

Esatto.
Tutto materiale in bocca ai cialtroni del "purtuttavia". In un momento durante il quale serve tutto tranne che questo tipo di cialtroni.

Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #16 il: 07 Luglio 2016, 14:48:42 »

In questo momento servirebbe non continuare con gli stessi errori degli ultimi dieci anni, anzi cinque, visto che la libia è del 2011, e Al Qaeda, l'ISIS e le ideologie jihadiste sono più attuali che mai. Attualmente abbiamo l'esercito in iraq, tanto per dirne una, non si tratta di storia dell'ottocento, come qualcuno forse immagina.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #17 il: 07 Luglio 2016, 18:00:47 »

Te continui a fare una gran confusione. L' attuale impegno militare in Iraq contro l' isis e' necessario, a differenza  della guerra contro il regime di Saddam del 2003 che fu un errore. E lo sappiamo.

Proprio questa confusione alimenta gli errori del passato ed e' un regalo al terrorismo internazionale.

Poi c'è  chi ha fatto e fa la sua fortuna politica con queste speculazioni.

Speriamo sia chiaro ora.     Lips Sealed

Marco.
« Ultima modifica: 07 Luglio 2016, 18:16:41 da tec » Loggato
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #18 il: 07 Luglio 2016, 19:14:09 »

Citazione
Te continui a fare una gran confusione

Io faccio una gran confusione eh ...  Cheesy

Tec,
non sai nemmeno dove sta l'iraq, non sapevi nemmeno che l'ISIS è un derivato della guerra del golfo e parte dei suoi vertici sono ex Saddam, hai associato i palestinesi al terrorismo salafita attuale, che stanno dall'altra parte, pensi che l'obiettivo sia l'invasione dell'occidente ... e ora vieni a dire che delle conseguenze della guerra del golfo tutti sapevano   Cheesy

Un regalo al terrorismo internazionale?  Huh?
E secondo te il terrorismo internazionale sta aspettando una relazione ufficiale per farsi bello con i suoi fanatici? Pensi sia una novità per i loro reclutatori e che gliene freghi qualcosa?

Comincia a leggerti un po' di storia. La ricostruzione ritenuta più autorevole dell'evoluzione dell'ISIS:
http://web.stanford.edu/group/mappingmilitants/cgi-bin/groups/view/1

Citazione
L' attuale impegno militare in Iraq contro l' isis e' necessario

E perché quello con Al Qaeda è un optional, come hai scritto nell'altro 3D?

Spè, te lo riscrivo : Al Qaeda in siria, alias Al Nusra. Principale fronte ribelle a nord.

E lo sai a sud chi sta contendendo, oggi, non nel 2003,, Maydaa (est Damasco) ad Assad? Si chiama Jaysh al-Islam.
Non devi sforzarti troppo per capire chi sono, basta Wikipedia :

Brigade of Islam, is a coalition of Islamist and Salafist units involved in the Syrian Civil War.Its primary base of operations has been the Damascus area, particularly the city of Douma and region of Eastern Ghouta. Jaysh al-Islam is the largest rebel faction in the area,  as was its predecessor. The group was a part of the Islamic Front. The organization has rejected membership of the Free Syrian Army.

The group along with Ahrar ash-Sham are the main rebel groups supported by Turkey and Saudi Arabia. The group aims to create an Islamic state under Sharia law.

Cosa pensi che resterà in Siria anche dopo l'eventuale sconfitta dell'ISIS, con l'attuale politica occidentale, le orsoline ?
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #19 il: 07 Luglio 2016, 19:31:06 »

Che vuoi!    Questo e' un altro thread, si parla della guerra  contro Saddam del 2003!    Cry

Confonde guerre di oltre dieci anni fa con il terrorismo  attuale è mischia thread a piacimento.

Un po' di ordine mentale no eh? Irriducibile  sto'  pilota tuttologo     Cheesy.   


Marco.
Loggato
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #20 il: 07 Luglio 2016, 19:39:10 »

Tra l' altro hai arbitrariamente attribuito a me cose non dette  e pensate su argomenti completamente diversi.    Huh?

Penso che la enorme confusione che hai in zucca su questi argomenti,  tra l' altro in un forum aeronautico, ti renda pure un po' cattivo per non dire peggio Huh?

Si dia una controllata.      Wink


Marco.
Loggato
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #21 il: 07 Luglio 2016, 21:00:18 »

Citazione
Penso che la enorme confusione che hai in zucca su questi argomenti
E si, sono io infatti ad essere confuso, tu sei un esperto e lo hai dimostrato.

E non e' affatto sicuro che una volta ammazzati tutti gli oppositori politici di Assad ( come? ) La russia ed Assad permettano una vera penetrazione USA contro l' isis in Siria. Non e' affatto sicuro.
A parte il film sulla penetrazione USA contro l'isis e il permesso della Russia, ma se invece gli oppositori di Assad li lasciamo sul posto poi chi ci va a fare la guerra allo stato islamico waahbita e il relativo terrorismo? I premi nobel?

Se guardiamo alla storia, i conflitti con il mondo islamico sono ben noti. Bush e Blair non erano nati. Forse i loro bisbisnonni.
Ecco bravo, guarda alla storia, magari arriviamo fino alle crociate. Così abbiamo tutti gli elementi utili per dire che tutto sommato, ma si, invadere l'iraq non è stato poi così malaccio, al limite un incidente di percorso, come quello con la libia, dettagli ... del resto la materia è così complessa che qualche errore è giustificato, e poi chi se le ricorda più quelle guerre.

P.S. : Giusto per mia curiosità, ma tu lo sai dove sono i pozzi petroliferi principali in Siria?
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #22 il: 07 Luglio 2016, 21:58:41 »

Citazione
Confonde guerre di oltre dieci anni fa con il terrorismo  attuale è mischia thread a piacimento

Questo non l'avevo letto.

Ti rimetto di nuovo il link :
http://web.stanford.edu/group/mappingmilitants/cgi-bin/groups/view/1
Ma a questo punto comincio a pensare che non leggi l'inglese.

Comunque avevi iniziato bene con difesaonline, dovresti leggerlo più che postarlo, troverai diverse notizie interessanti ed evitare di scrivere strafalcioni. Consiglio il resoconto dalla siria, un bello spaccato dell'opposizione "politica" ad Assad, come la chiami tu. Magari ti si apre un mondo.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #23 il: 07 Luglio 2016, 22:08:43 »

Ecco, consiglio questo. Così intanto ti fai un'idea.

http://www.difesaonline.it/geopolitica/reportage/diario-siriano-cap6-il-barbiere-di-damasco
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #24 il: 07 Luglio 2016, 22:21:44 »

E allora? Ma questo e' fuori oltre che OT.    Huh?

Qua si sta parlando del 2003 e della guerra contro Saddam Hussein in Iraq, e c' erano Bush e Blair, i tuoi amici ricordi? Non sei confuso, sei un po' scollegato!    Cheesy




Quello che penso e' che fu una tragica cazzata non priva di conseguenze ma, lo ripeto:


"Degli errori e conseguenze  di quella guerra si sa tutto. Sono anni che media e talk Show ci rompono i coglioni con questa storia.

Ma gli effetti di questa propaganda sono molto piu' dannosi di quelli prodotti dalla stessa guerra. "   ( Flak docet).  Cheesy.   :Smiley


Marco.


« Ultima modifica: 07 Luglio 2016, 22:26:35 da tec » Loggato
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #25 il: 07 Luglio 2016, 23:11:13 »

Citazione
Degli errori e conseguenze  di quella guerra si sa tutto. Sono anni che media e talk Show ci rompono i coglioni con questa storia.
Ma no, tu non sai niente di queste conseguenze.

Appro, un po' di date non guastano.
La guerra del golfo è del 2003, l'AQI (Al Qaeda in Iraq, che sarebbe diventato ISIS) viene alla luce nel 2004, con una politica separata rispetto ad Al Qaeda di Bin Laden, fa parte della resistenza agli USA; l'occupazione militare dura formalmente fino al 2005, ma gli americani si ritirano dall'iraq solo nell'agosto del 2010, con un paese che versa in uno stato disastroso, con migliaia di morti l'anno in azioni violente e attentati. Nel 2011 comincia la crisi siriana. Il 2012 è l'anno dei successi dell'AQI in iraq. Nel 2013 l'AQI cambia nome in ISIS e proclama il califfato, inizia le operazioni in siria; nel 2014 rompe le relazioni con Al Qaeda in siria; nel 2014 prende Fallujah e accerchia Mosul, in iraq.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #26 il: 08 Luglio 2016, 07:04:35 »

Ridaje, bravo, hai studiato Wikipedia, sei un mito! Gia', e nel 2014 l' isis, oppure isil ( islamic state of Iraq  and levant) proclama la nascita di un califfato, con al baghdadi, tra la Siria nord orientale e l' Iraq occidentale. E bla bla bla!

Che cazzo c' entra?   Huh?  Qua si parla di chilcot report, della guerra in Iraq contro Hussein, delle sue armi di distruzione di massa e  del perche' non fosse necessaria quella guerra!

Quindi le tue valutazioni politiche di parte e faziose  sulle eventuali conseguenze non c' entrano e non interessano!

Quindi bocciato su tutta la linea perche'  sei fuori tema.   

Speriamo sia ancora piu' chiaro    Lips Sealed


Marco.


Loggato
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #27 il: 08 Luglio 2016, 08:04:53 »

Tornando al tema,   sembra che uno degli errori piu' gravi di Bush, fosse proprio l' aver attribuito al regime di Saddam la responsabilità ' dell' attentato a New york del 2001.

Si ipotizza anche la malafede di Bush:




"11 settembre", l'intelligence accusa Bush: ha mentito sulle responsabilità di Saddam Hussein
PER APPROFONDIRE: Arabia Saudita, attentati, Bush, Iraq, Torri Gemelle, undici settembre

di Anna Guaita
Segreti scottanti vengono alla luce e gettano sospetti inquietanti sull’ex presidente George Bush. Per iniziativa di fonti di stampa conservatrici (New York Post, Washington Times) si torna a dibattere degli attentati dell’undici settembre 2001, e in particolare di chi finanziò i 19 dirottatori-kamikaze. Sembra che mentre George Bush stava preparando la guerra contro l'Iraq, sostenendo che il dittatore Saddam Hussein aveva avuto un ruolo negli attacchi a New York e Washington, in realtà sapeva già che se c'era stato un Paese che aveva veramente aiutato i terroristi non era stato l’Iraq ma l'Arabia Saudita.



Ventisette pagine delle 800 che compongono il rapporto dell'intelligence presentato al Congresso, censurate e rimaste segretissime per 10 anni, sono state lette da due deputati che hanno chiesto al presidente Obama di renderle pubbliche. I due non hanno voluto violare la legge e rivelare cosa hanno letto in quelle pagine, dedicate a spiegare da dove venivano i finanziamenti degli attacchi, ma la notizia è comunque trapelata. Proprio come aveva denunciato Michael Moore nel suo documentario “Fahrenheit 9/11” i 19 dirottatori-kamikaze avevano ricevuto lauti contributi dall’Arabia Saudita. E non solo da qualche ricco parente estremista, com’era stato detto e ripatuto. Quindici dei diciannove dirottatori erano sauditi, e si è sempre sospettato che i loro ricchi parenti li avessero aiutati finanziariamente e logisticamente. Ma la denuncia comparsa in questi giorni sulla stampa Usa è di tenore ben diverso: il coinvolgimento sarebbe ai massimi livelli governativi. E George Bush, la cui famiglia di petrolieri era legata da decennale amicizia con i sauditi, ha creduto (o voluto credere) alle rassicurazioni dell’ambasciatore Bandar, che solo due giorni dopo gli attentati ottenne di far alzare in volo vari aerei per riportare in patria 144 connazionali residenti negli Usa. E’ bene ricordare che allora nessuno, neanche il padre del pesidente, Bush senior, poteva volare: tutti gli aerei erano fermi, per chiunque. Tranne che per i 144 vip sauditi. E anche questo fatto fu denunciato da Moore nel suo documentario."


Bisogna poi vedere quanto di politico si nasconde dietro queste valutazioni.


Marco.





 

 

« Ultima modifica: 08 Luglio 2016, 08:08:07 da tec » Loggato
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.444


« Risposta #28 il: 08 Luglio 2016, 08:34:46 »

Citazione
Che cazzo c' entra?   Huh?  Qua si parla di chilcot report, della guerra in Iraq contro Hussein, delle sue armi di distruzione di massa e  del perche' non fosse necessaria quella guerra!
Che le armi chimiche non fossero un problema lo sapevano anche i sassi.
L'ISIS e la sua ideologia sono nati durante e a causa della guerra del golfo. Al Qeada è un'altra cosa.
La reazione dei potentati sunniti che ha incendiato la regione è seguita alla conquista americana.
La costituzione del califatto e della sua rete internazionale è frutto di tutto ciò.
A seguito di quelle politiche in meno di 10 anni i tre stati laici, Iraq, Siria e Libia sono diventati polveriere e la sede del radicalismo sunnita.

Non so più come dirtelo.

Ma lo leggi o no l'inglese?
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
tec
Super forumista
*****
Post: 1.649


« Risposta #29 il: 08 Luglio 2016, 10:03:58 »

Ed io ti ripeto che sei clamorosamente OT perche' queste interpretazioni dei fatti ed avvenimenti successivi non hanno a che fare   con il thread, ovvero il chilcot report:

Un' indagine che vuole dimostrare come le giustificazioni di Bush e Blair a sostegno della campagna militare del 2003 di distruzione del regime di Hussein, non fossero reali e non costituissero una reale minaccia per la sicurezza.

Tra l' altro analizzando altre inchieste correlate, si ipotizza pure il dolo, cioe' che quelle giustificazioni fossero costruite per ottenere altri scopi, nascondendo i veri responsabili.

La libia che citi non c'entra una mazza qua, e se vuoi parlare delle responsabilità ' USA in relazione alla situazione attuale, devi aprire un altro thread.


Poi sono convinto che ne verrebbe fuori un generico, approssimativo e spesso delirante polpettone in salsa antiamericana evidenziando solo responsabilità ' di alcuni ed omettendo altre.

Questo argomento ha fatto e continua a fare la fortuna di tanti opinionisti e giornalisti da quattro soldi. E' sempre.  cosi'.    Lips Sealed



Marco.




« Ultima modifica: 08 Luglio 2016, 11:12:52 da tec » Loggato
Pagine: 1 [2] 3   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc