Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: [1]   Giù
  Stampa  
Autore Topic: Wilbur e Orville erano hackers  (Letto 375 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.458



« il: 10 Gennaio 2017, 21:28:10 »

http://hackaday.com/2017/01/10/the-wright-flyer-engineering-and-iterating/
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
debest52
Forumista newbie

Post: 19


« Risposta #1 il: 14 Maggio 2017, 22:49:07 »

hackers forse no (non c'erano ancora i computers) ma un po' imbroglioni forse si...
tratto da Wikipedia:
Gustave Albin Whitehead (born Gustav Albin Weisskopf; 1 January 1874 – 10 October 1927) was an aviation pioneer who emigrated from Germany to the United States where he designed and built gliders, flying machines and engines between 1897 and 1915. Controversy surrounds published accounts and Whitehead's own claims that he flew a powered machine successfully several times in 1901 and 1902, predating the first flights by the Wright Brothers in 1903.
Loggato
Werner
Super forumista
*****
Post: 3.409


nonno STOL


« Risposta #2 il: 15 Maggio 2017, 05:40:58 »

Non basta avere montato un motore su un deltaplano,
Occorre anche che questo motore sostenga il velivolo, dandogli un rateo di salita.
Loggato

a NordEst di LIPB.
ndibiase
Forumista pro
***
Post: 247


« Risposta #3 il: 15 Maggio 2017, 20:46:54 »

le origini del volo motorizzato , come in molti altri campi (es la telefonia, i motori endotermici, chimica etc.) hanno visto un fiorire di tentativi più o meno riusciti in un ristretto arco di tempo in molti paesi diversi.

c'erano oramai le condizioni per il volo a motore (principalmente il favorevole rapporto peso/spinta della propulsione ciclo otto rispetto al vapore che andava fin allora per la maggiore).

molti paesi rivendicano voli riusciti in contemporanea o prima dei wright,  ricordate che l'america di allora era un paese a rapidissimo sviluppo ma non il moloch industriale post seconda guerra mondiale.

poi  tutti sanno che la storia è scritta dai vincitori. Che doveva fare lo smithsonian , dire che magari qualcun altro aveva "battuto" la "terra delle opportunità"? (poi opportunità per chi , andate a chiedere ai nativi pellerossa o i deportati africani nei campi cotonieri....).

ogni nazione  (ma anche industria ) utilizza miti fondanti per riunire le masse mediante narrazioni unificanti verso gli obiettivi scelti.....
« Ultima modifica: 16 Maggio 2017, 19:48:29 da ndibiase » Loggato
Airwolf
Forumista senior
****
Post: 464


Io sto all'aeroplano come Dante alla poesia


« Risposta #4 il: 16 Maggio 2017, 00:55:54 »

Inoltre loro con il "Flyer", non brevettarono (o volevan brevettare) il volo a motore, ma un sistema di controllo "tridimensionale" per alianti e macchine volanti in generale! (piccolo OT susate)
Loggato

Beer & Rudder
Pagine: [1]   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc