Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: 1 ... 38 39 [40]   Giù
  Stampa  
Autore Topic: secessione  (Letto 6874 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.323


« Risposta #585 il: 14 Novembre 2017, 16:05:20 »

Citazione
ma a prescindere da opinioni personali e via dicendo, o uno crede nella liberta' individuale, e quindi inevitabilmente nel diritto alla secessione illimitata, o non ci crede.
La secessione impatta sui diritti individuali non sui diritti collettivi, tanto più che se imposta da una parte è contraria alla carta dei diritti fondamentali dell’uomo, non delle collettività. La secessione è la riduzione del numero di persone che votano le proprie leggi con conseguente riduzione del territorio dove tali persone possono agire con tutte le libertà garantite dalla cittadinanza, punto.
Un catalano che secede continua ad avere uno stato di riferimento, con tutto ciò che ne consegue in termini di limitazioni delle libertà individuali, ma ora esercita i suoi diritti unicamente in catalogna, cioè li perde in spagna. Che sia meglio o peggio dipende da caso a caso, non è una verità assoluta. Nessuno può dire a priori che Tizio, secessionista, avrà maggiori libertà con suo stato composto di soli catalani secessionisti, potrebbe essere il contrario, ad esempio (come esempio limite) se la maggioranza dei catalani fosse per l’abolizione della proprietà privata, e non la maggioranza degli spagnoli.
Il discorso che fai ha più a che fare con il liberismo o l’anarchia che con la secessione.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
Werner
Super forumista
*****
Post: 3.850


nonno S-STOL


« Risposta #586 il: 14 Novembre 2017, 16:07:16 »

Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.
Loggato

a NordEst di LIPB.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.354



« Risposta #587 il: 14 Novembre 2017, 16:25:12 »

la secessione e' l'unico modo per invertire la tendenza aggregativa delle elites regnanti

"se la maggioranza dei catalani fosse per l’abolizione della proprietà privata"

ed ecco la famosa fallacy Cheesy

la democrazia e' uno strumento di governo e non puo' prescindere dalle liberta' individuali, tra le quali esiste quella di non essere costretto a fare cose che non vuoi fare, o a rimanere in un club che non ti piace.

purtroppo questo e' un concetto ormai dimenticato e nel nome della "democrazia" vengono commessi i peggiori abusi.
il fatto che un milione di elettori voti per tagliarti la testa, o le palle, o derubarti o comunque intaccare alcuna delle tue liberta' individuali non cambia il fatto che questo voto sia illegale, immorale e inaccettabile, basato solo su coercizione e violenza.

ecco perche' dico che nessun pezzo di carta, decreto o editto puo' impedire a tizio o caio di esprimere un opinione. per esempio la storia che il governo catalano abbia usato soldi non suoi per organizzare il referendum e' assurda. "non suoi" implica che fossero del governo di madrid. che certamente se li e' onestamente guadagnati no?







Citazione
ma a prescindere da opinioni personali e via dicendo, o uno crede nella liberta' individuale, e quindi inevitabilmente nel diritto alla secessione illimitata, o non ci crede.
La secessione impatta sui diritti individuali non sui diritti collettivi, tanto più che se imposta da una parte è contraria alla carta dei diritti fondamentali dell’uomo, non delle collettività. La secessione è la riduzione del numero di persone che votano le proprie leggi con conseguente riduzione del territorio dove tali persone possono agire con tutte le libertà garantite dalla cittadinanza, punto.
Un catalano che secede continua ad avere uno stato di riferimento, con tutto ciò che ne consegue in termini di limitazioni delle libertà individuali, ma ora esercita i suoi diritti unicamente in catalogna, cioè li perde in spagna. Che sia meglio o peggio dipende da caso a caso, non è una verità assoluta. Nessuno può dire a priori che Tizio, secessionista, avrà maggiori libertà con suo stato composto di soli catalani secessionisti, potrebbe essere il contrario, ad esempio (come esempio limite) se la maggioranza dei catalani fosse per l’abolizione della proprietà privata, e non la maggioranza degli spagnoli.
Il discorso che fai ha più a che fare con il liberismo o l’anarchia che con la secessione.
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
ivo
Super forumista
*****
Post: 2.506


der Weg ist das Ziel - la via è il traguardo


« Risposta #588 il: 14 Novembre 2017, 16:56:33 »

Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Loggato
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.323


« Risposta #589 il: 14 Novembre 2017, 17:38:16 »

Citazione
la democrazia e' uno strumento di governo e non puo' prescindere dalle liberta' individuali, tra le quali esiste quella di non essere costretto a fare cose che non vuoi fare, o a rimanere in un club che non ti piace.
Come già detto se non vuoi rimanere puoi andartene e creare i club che vuoi, ma non puoi costringere altri a farlo senza il loro consenso.
Il voto per la secessione unilaterale è solo un modo per anteporre il proprio volere ai diritti fondamentali degli altri, che siano catalani, spagnoli o ebrei non cambia.

Citazione
ecco perche' dico che nessun pezzo di carta, decreto o editto puo' impedire a tizio o caio di esprimere un opinione. per esempio la storia che il governo catalano abbia usato soldi non suoi per organizzare il referendum e' assurda. "non suoi" implica che fossero del governo di madrid. che certamente se li e' onestamente guadagnati no?
No, in questo caso madrid non c'entra nulla (anche dal punto di vista pratico). Non suoi significa che li ha sottratti dalla tasse che i cittadini, secessionisti e non, hanno pagato per avere i servizi pubblici, per scopi di parte ed a loro insaputa. E' un reato, anche dal punto di vista del diritto naturale.
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
Werner
Super forumista
*****
Post: 3.850


nonno S-STOL


« Risposta #590 il: 14 Novembre 2017, 18:51:48 »

ad esempio chi tenta di salvarsi, scappando da un campo di concentramento, allora, sarebbe un grande egoista.
Cosippure chi scappa dalla Corea del nord o da un dittatore di destra.

Insomma, prima deve vincere il premio Nobel, ma solo dopo gli diamo il permesso di fare della ricerca fuori dal normale. Altrimenti sarebbe un egoista.

Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Loggato

a NordEst di LIPB.
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.323


« Risposta #591 il: 14 Novembre 2017, 19:07:02 »

Citazione
per esempio la storia che il governo catalano abbia usato soldi non suoi per organizzare il referendum e' assurda
Non è tanto assurdo questo, anche se è comunque una distrazione di fondi pubblici, quanto le spese sostenute molto prima del referendum per essere pronti ad una secessione che non era stata ancora votata, legalmente o meno.
Immagino che se qualcuno avesse fatto la stessa cosa per una "annessione", magari all'europa, ancora tutta da decidere, avresti avuto un'altra opinione di quei politici, sbaglio?
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.354



« Risposta #592 il: 14 Novembre 2017, 20:38:30 »

la "comunita'" e' un gruppo di individui.

non esiste "comunita'" come entita' pensante e senziente

e' solo una finzione collettivista, atta a giustificare l'esistenza di dittature del cazzo, che spacciano di parlare ed agire a nome della "comunita'"

io ci vomito, sulla collettivita'.




Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
ivo
Super forumista
*****
Post: 2.506


der Weg ist das Ziel - la via è il traguardo


« Risposta #593 il: 14 Novembre 2017, 20:54:44 »

Scappare e lasciare indietro gli altri a morire non è bello


ad esempio chi tenta di salvarsi, scappando da un campo di concentramento, allora, sarebbe un grande egoista.
Cosippure chi scappa dalla Corea del nord o da un dittatore di destra.

Insomma, prima deve vincere il premio Nobel, ma solo dopo gli diamo il permesso di fare della ricerca fuori dal normale. Altrimenti sarebbe un egoista.

Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Loggato
ivo
Super forumista
*****
Post: 2.506


der Weg ist das Ziel - la via è il traguardo


« Risposta #594 il: 14 Novembre 2017, 20:58:24 »

Invece si ..

Tu non fai testo



la "comunita'" e' un gruppo di individui.

non esiste "comunita'" come entita' pensante e senziente

e' solo una finzione collettivista, atta a giustificare l'esistenza di dittature del cazzo, che spacciano di parlare ed agire a nome della "comunita'"

io ci vomito, sulla collettivita'.




Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Loggato
Mariko
Super forumista
*****
Post: 15.536


Allenatore di Cachi


« Risposta #595 il: 15 Novembre 2017, 09:46:52 »

Scappare e lasciare indietro gli altri a morire non è bello


ad esempio chi tenta di salvarsi, scappando da un campo di concentramento, allora, sarebbe un grande egoista.
Cosippure chi scappa dalla Corea del nord o da un dittatore di destra.

Insomma, prima deve vincere il premio Nobel, ma solo dopo gli diamo il permesso di fare della ricerca fuori dal normale. Altrimenti sarebbe un egoista.

Che pensa fuori dal coro può essere un arricchimento per la comunità, chi è individualista pensa a se stesso e non alla comunità

Cioè un egoista


Si, a un insieme (non specifico di una idea politica), noi siamo esseri gregari che cerchiamo la comunità, l'individualismo è di svantaggio per il bene dell'insieme

Per caso ho guardato su youtube un famoso film, dove chi pensava fuori dal coro si faceva ricoverare spontaneamente in psichiatria. Rispecchia perfettamente il mondo che vorresti.

Quindi fuggire dalla prigionia è un atto egoistico. Per fortuna sei TU quello che non fa testo.  Cheesy

Quanto alla tua descrizione, dove chi pensa "fuori dal coro" è un arricchimento per la comunità, mentre chi è "individualista" (quindi per forza di cose pensa "fuori dal coro") è un egoista, dimostra ampiamente quanto confuse siano le tue idee. Seriamente.
Loggato

Ciao
  Mariko


Mariko Bordogna - P92 Trestelle - Baialupo
OOAVA
Super forumista
*****
Post: 5.136


« Risposta #596 il: 15 Novembre 2017, 14:33:19 »

mentre vi addentrate nei meandri della filosofia   politica... ecco la situazione attuale

1- come per incanto tutti i leaders indipendentisti  hanno voltato pagina  in vista delle elezioni  (dichiarazioni tipo:  era troppo presto, non eravamo preparati, non ci aspettavamo la reazione dello stato, non avevamo le strutture etc etc  ) l indipendenza e`una bella cosa ma  la cosa piu importante  e`il seggio parlamentario ed il corrispondente lauto stipendio. decine di  migliaia di seguaci con un bel paio di corna in testa non fanno testo ...

2- il panorama dei partiti e`sostanzialmente invariato. gli independentisti ripresentano gli stessi personaggi che  hanno fallito (puigdemont  jorqueras etc  uno in belgio l altro in prigione ... senza nessun rinnovamento) e il movimento piu  significativo e`il tentativo di accaparrare voti dei podemos catalani.  quelli di madrid cono antiindipendentisti  mentre  in catalogna c e un po di tutto.

salvo altre sorprese e con le bocce ferme ad OGGI    si prospettano 3 scenari
1-  si ripetono le shares delle ultime elezioni. (maggioranza di seggi  indipendentisti  e  minoranza di voti) in tal caso si torna al 2014 e si saranno persi gli utlimi  3 anni  . punto e a capo,    altro giro altra corsa
2   i partiti pro indipendenza  ottengono maggioranza sia di seggi che di voti,  riproporranno le loro tesi utopistiche ma senza la baldanza e l arroganza di  questi anni, consci che appena  oltrepassano la linea continua ...  si attiva il 155 e finiscono nuovamente in galera
3-  i partiti  non secessionisti ottengono la maggioranza dei seggi e/o dei voti.   in tal caso l utopia repubblicana   sfuma MA  i 2.000.000 di   indipendentisti si incazzeranno alla grande e  molto probabilmente iniziera un complicato   periodo di  frequentissimi   scioperi, blocchi e azioni  di sabotaggio di vario tipo  .   

in ambetre i casi la giustizia non si ferma, le cause in corso continuano per cui tutti i responsabili dovranno comunque rispondere dei loro misfatti . 

all for now

Loggato
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 32.354



« Risposta #597 il: 15 Novembre 2017, 14:52:18 »

Fiore, mi sembri leggermente sbilanciato verso il lato anti-indipendentista Cheesy

"gli stessi personaggi che  hanno fallito"

veramente qualcuno si aspettava la cosa si sarebbe risolta in un pomeriggio? su, siamo seri.


mentre vi addentrate nei meandri della filosofia   politica... ecco la situazione attuale

1- come per incanto tutti i leaders indipendentisti  hanno voltato pagina  in vista delle elezioni  (dichiarazioni tipo:  era troppo presto, non eravamo preparati, non ci aspettavamo la reazione dello stato, non avevamo le strutture etc etc  ) l indipendenza e`una bella cosa ma  la cosa piu importante  e`il seggio parlamentario ed il corrispondente lauto stipendio. decine di  migliaia di seguaci con un bel paio di corna in testa non fanno testo ...

2- il panorama dei partiti e`sostanzialmente invariato. gli independentisti ripresentano gli stessi personaggi che  hanno fallito (puigdemont  jorqueras etc  uno in belgio l altro in prigione ... senza nessun rinnovamento) e il movimento piu  significativo e`il tentativo di accaparrare voti dei podemos catalani.  quelli di madrid cono antiindipendentisti  mentre  in catalogna c e un po di tutto.

salvo altre sorprese e con le bocce ferme ad OGGI    si prospettano 3 scenari
1-  si ripetono le shares delle ultime elezioni. (maggioranza di seggi  indipendentisti  e  minoranza di voti) in tal caso si torna al 2014 e si saranno persi gli utlimi  3 anni  . punto e a capo,    altro giro altra corsa
2   i partiti pro indipendenza  ottengono maggioranza sia di seggi che di voti,  riproporranno le loro tesi utopistiche ma senza la baldanza e l arroganza di  questi anni, consci che appena  oltrepassano la linea continua ...  si attiva il 155 e finiscono nuovamente in galera
3-  i partiti  non secessionisti ottengono la maggioranza dei seggi e/o dei voti.   in tal caso l utopia repubblicana   sfuma MA  i 2.000.000 di   indipendentisti si incazzeranno alla grande e  molto probabilmente iniziera un complicato   periodo di  frequentissimi   scioperi, blocchi e azioni  di sabotaggio di vario tipo  .   

in ambetre i casi la giustizia non si ferma, le cause in corso continuano per cui tutti i responsabili dovranno comunque rispondere dei loro misfatti . 

all for now


Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
edit
Forumista licensed
*
Post: 93


« Risposta #598 il: 15 Novembre 2017, 17:17:41 »


veramente qualcuno si aspettava la cosa si sarebbe risolta in un pomeriggio? su, siamo seri.


temo di si

ciao
edit
Loggato
Pagine: 1 ... 38 39 [40]   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc