Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: [1] 2 3 ... 65   Giù
  Stampa  
Autore Topic: doppiopesismo  (Letto 53091 volte)
0 Utenti e 2 Utenti non registrati stanno visualizzando questa discussione.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« il: 03 Luglio 2010, 22:45:06 »

http://www.ilgiornale.it/interni/novara_carabiniere_uccide_lex_fidanzata_poi_getta_ticino/omicidio-confessione-scomparsa-ragazza-novara-polizia/03-07-2010/articolo-id=458175-page=0-comments=1

siccome i casi di operatori delle forze dell'ordine che usano l'arma di ordinanza per far fuori qualcuno che non gli garba sono statisticamente abbastanza numerosi, mi chiedo se, come e' stato fatto per la popolazione civile, non sia il caso di centellinare i porto d'arma anche a questa categoria?

oppure di cominciare a rilasciare porto d'arma piu' facilmente ai civili (specialmente quelli di sesso femminile, che hanno bassissima propensione alla violenza e al crimine) , in modo che possano difendersi?


PS: trattasi di provocazione intenzionale, ma visto che di recente ho sentito dire che ai civili e' meglio non permettere di dotarsi di armi...
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
sultano
Super forumista
*****
Post: 1.438



« Risposta #1 il: 03 Luglio 2010, 23:55:21 »



e no, perchè l'hai detto... così non c'è gusto!

Loggato

Piero Fracella - DP2000 I-8367
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #2 il: 04 Luglio 2010, 00:06:22 »

he he beh non si capiva?

posso chiedere info sull'origine del tuo avatar?




Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
sultano
Super forumista
*****
Post: 1.438



« Risposta #3 il: 04 Luglio 2010, 00:17:56 »

è lo stemma dello Squadrone CC Eliportato Cacciatori di Calabria, di cui ho fatto parte per alcuni anni, e dove tra l'altro ho scoperto la passione del volo, volando con alcuni tra i migliori piloti di elicotteri d'Italia. C'è un reparto gemello in Sardegna, ma in pratica solo nel nome e nella comune provenienza addestrativa (Tuscania).
Loggato

Piero Fracella - DP2000 I-8367
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #4 il: 04 Luglio 2010, 00:41:11 »

molto bello, magari potresti aggiornare la voce di wikipedia che non riporta lo stemma e ha una descrizione molto scarna

ho visto la caserma dei cacciatori di sardegna ad abbasanta, una struttura impressionante.

roba tosta, credo qualifichi come corpi speciali. complimenti per la carriera.

spero non te la sia presa per il mio commento sulla questione delle armi che magari possiamo riaprire qui, visto che era OT.

tanto per chiarire, fossi io re d'italia quintuplicherei immediatamente il bilancio delle forze armate. o anche di piu'.

ma sulla questione delle armi ho vedute molto differenti, un onesto cittadino armato e' un tuo amico, e se lo vedi come un problema allora c'e' un grave problema di fondo, perche' un operatore delle forze armate o dell'ordine non puo' considerare la cittadinanza come un pericolo.

è lo stemma dello Squadrone CC Eliportato Cacciatori di Calabria, di cui ho fatto parte per alcuni anni, e dove tra l'altro ho scoperto la passione del volo, volando con alcuni tra i migliori piloti di elicotteri d'Italia. C'è un reparto gemello in Sardegna, ma in pratica solo nel nome e nella comune provenienza addestrativa (Tuscania).
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
sultano
Super forumista
*****
Post: 1.438



« Risposta #5 il: 04 Luglio 2010, 01:46:59 »

apprezzo il tuo chiarimento.
non ho mai detto che considero un pericolo la cittadinanza. Ho solo detto che valuterei con più attenzione i requisiti necessari per il rilascio di un porto d'arma. E se proprio lo vuoi sapere, in risposta alla tua provocazione, personalmente penso che dovrebbero essere rivisti anche i criteri di selezione del personale delle forze dell'ordine in generale. Aggiungo, e l'ho sempre sostenuto, che un grave problema è la scarsissima selettività durante i corsi formativi, che viene generalmente giustificato con "ormai l'amministrazione ha investito su queste persone"... Ed ancora, le tecniche di tiro che vengono insegnate secondo il "regolamento" sono vetuste ed inadeguate (non volevo dire ridicole), ed ancora oggi c'è grande ottusità nel non accettare il "tiro dinamico", che è ancora un tabù, mentre sono stati spesi miliardi per acquistare dagli Usa i FATS (FireArmsTrainingSystem), per l'addestramento virtuale.
Però, i regolamenti interni degli appartenenti alle FFPP prevedono gravi sanzioni e blocchi di carriere per chi si fa rubare un'arma d'ordinanza, sanzioni che rendono il numero di furti/smarrimenti di armi quasi pari allo zero. Ciò non accade per i civili, i quali se la cavano con una denuncia di furto (anche quando magari se la vendono al mercato nero), alimentando il mercato delle armi che poi immancabimente arrivano alla malavita. Vi sono a tal proposito diverse interpretazioni sulle norme sulla custodia delle armi, tanto che per alcune Procure, armi custodite in una credenza a vetro, senza alcuna blindatura, ma chiusa a chiave (le credenze della nonna), sono "ben custodite".
Un'altra cosa. Premesso che ci sono alcuni, pochi civili che sparano bene o meglio di alcuni CC/PS (ma il discorso qui è generale), si potrebbe fare una prova: prendi 100 persone con porto d'arma e fai una prova di tiro, diciamo a 10/15 metri su sagoma. Ne scarteresti circa il 70 %, come minimo. Ora prendi il restante 30%, metti a queste persone un po' di pressione psicologica (non penserai che sparare ad una persona sia come sparare tranquillamente nel tuo poligono). Io so già il risultato, perchè ho frequentato i poligoni civili.
In definitiva, credo che oltre ai rquisiti sanitari/giudiziari, dovrebbe essere introdotta una regola che consenta la verifica periodica della pratica delle armi. In quanto al paragone con il volo, beh le cose sono assai differenti, perchè con l'aereo se fai cazzate o non sai pilotare, tendenzialmente ti ammazzi da solo. Con le armi, se non le sai utilizzare o se per qualsiasi motivo non sei in condizione di usarle, puoi ammazzare tutti tranne che te stesso, salvo accorgersi della cazzata fatta ed ucciderti a tua volta.
Se poi parliamo di deterrente, allora lo è anche un'arma giocattolo senza tappo rosso...
Io non mi occupo di rilasci di porto di arma (per fortuna, dirai), ma questo è il mio personalissimo pensiero
Loggato

Piero Fracella - DP2000 I-8367
sultano
Super forumista
*****
Post: 1.438



« Risposta #6 il: 04 Luglio 2010, 01:57:25 »

tornando al titolo del thread, penso che CC/PS ecc che utilizzino inappropriatamente le armi vadano processati e giudicati come tutti gli altri, con l'aggravante che hanno più degli altri l'obbligo di saperle usare. Se poi vogliamo andare ancora più a monte, possiamo parlare di come i comandi e uffici di polizia sono gravati sempre di più da inutile burocrazia, che sottrae tempo ed energie all'addestramento. Ma questo è un altro capitolo.
Loggato

Piero Fracella - DP2000 I-8367
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #7 il: 04 Luglio 2010, 10:54:59 »

diciamo che sono d'accordo praticamente su tutto, ma vorrei fare delle distinzioni tra il porto e la detenzione.

molti anni fa comprai una beretta 76 con la quale mi dedicai al tiro a segno specialita' pistola standard, con un discreto successo considerando l'economicita' della mia arma paragonata alle varie domino eccetera.

la procedura per l'ottenimento del nulla osta era semplicissima, richiesta su carta semplice alla questura. anche l'ottenimento del permesso di trasporto fu abbastanza semplice.

pochi anni dopo mi vidi costretto a rinunciare al tiro a segno. per l'ottenimento del permesso di trasporto era necessaria una lunghissima e costosissima trafila burocratica, con tanto di visita medica che non passai essendo miope.

ora, quella legge fatta da quel bravo guaglione di de lorenzo decideva a priori che siccome avevo piu' di 3 diottrie di miopia, non ero adatto al trasporto di una arma (ma a guidare l'auto si?) anche se al poligono facevo comodamente la media del 9 sulla routine PS.

a causa di questa stupida legge mi era altresi i possibile ottenere nullaosta per eventuali altre armi. anche se visti tempi e costi del NO non credo avrei comprato alcunche.

questo tipo di normative, lungi dall'avere alcuna utilita' pratica, incentivano l'acquisto di armi illegali.

piccolo fatto personale.

in seguito a una denuncia sporta contro un tizio che mi aveva aggredito (ma col senno di poi sarebbe stato meglio fossi stato armato visto che alla fine hanno processato ME) una mattina mi chiamano al mio cellulare i CC della stazione locale in riferimento alla denuncia.
erano i primi cellulari (era il 1991) e questo era a nome di mio fratello. questo tra l'akltro dimostra che le stazioni dei CC schedano la gente, attivita' che non mi garba ma lasciamo stare.

dopo avermi chiesto se volevo ritirare la denuncia, il CC mi dice: senta, sappiamo che lei detiene una arma e che spesso non e' in casa, sappia che se dovessero entrare in casa e rubarla, lei passerebbe dei guai e quindi si regoli di conseguenza.

Huh?Huh?Huh?Huh??

ma che cavolo significa questa frase? non esisteva al tempo nessuna norma che stabilisse che le armi andassero custodite in maniera speciale, e che significa che se entrano in casa mia per rubare IO passo guai? pensavo entrare in casa altrui fosse di per se un reato??

ora, tornando alla storia delle armi rubate, non sono d'accordo con te sul fatto che le armi debbano essere tenute in armadi blindati.
a parte che un armadio blindato costituisce un ulteriore e rilevante costo, magari per custodire il ferrovecchio di ordinanza del trisnonno,  esso rende una arma inutilizzabile per eventuale difesa personale, e caso mai diventa un'ulteriore motivo per eventuali malintenzionati ad entrare in casa mia (sanno che ho una arma ma che presumibilmente essa non mi e' prontamente disponibile) e costringermi, con le solite modalita' delle rapine in villa, a dargliela.

se a questo aggiungi le norme draconiane che vorresti introdurre per eventuali detentori di armi, (esse gia' esistono per chi ha un porto d'armi) esso si tradurrebbe in un ulteriore beffa da aggiungere al danno. mi entrano dei malintenzionati in casa, non mi posso difendere eprche' la mia arma e' chiusa a chiave, essi mi costringono a dargliela sotto minaccia, e dopo vengo ulteriormente punito danno stato.

trovo inoltre alquanto ingiusto il fatto che consideri i civili come un branco di sbracati che perdono le loro pistole, che se le fanno soffiare o che se le vendono al mercato nero per poi denunciarne il furto. se anche certamente esistono tali individui, essi commettono degli illeciti e non possono mai essere presi a modello per introdurre ulteriori restrizioni e norme draconiane.

sono d'accordo con quello che dici sul fatto che ci sono tanti operatori delle FFOO che non sanno manco da che parte si prende la pistola (ho personalmente visto un poliziotto al poligono con l'arma totalmente inchiodata da anni di mancato uso, carrello e fusto solidamente saldati da ruggine e sporcizia) e che tanti civili sono nelle stesse condizioni, sono anche molto ben conscio delle difficolta' dell'uso di una arma corta tirando a una sagoma di legno, figuriamoci contro uno che magari mi sta sparando, e chiaramente mi pare accettabile il dover sostenere un'esame per poter ottenere un porto di arma. potrei anche sostenere una norma che richiedesse pratica di tiro per la detenzione, il che riempirebbe i poligoni

trovo pero' assurdo e iniquo (e stupido) che per comprare una arma fosse anche ad aria compressa uno debba sottostare a una assurda, lunga  e costosissima trafila burocratica. questo non fa che incentivare l'acquisto di armi illegali (il che ha tanti vantaggi, tra i quali quello di non dover sottostare agli immancabili controlli, spesso con conseguenze gravissime perche' magari si hanno 10 cartucce non denunciate, e tornero' su questo argomento con un incredibile fatto apparso su una rivista del settore) perche' mi pare ovvio che se mi trovo in condizione di necessitare di una arma, me la compro dove posso se ho piu' di 3 diottrie di miopia

quando frequentavo il poligono, il tiro a segno stava diventando feudo privato degli operatori delle FFOO, perche erano tra i pochi che non dovevano impazzire con assurde trafile burocratiche per procurarsi l'attrezzatura.  non so come sia adesso ma dubito le cose siano migliorate nel tiro a segno in italia. qui in svizzera, ci sono poligoni ovuinque, anche in posti che farebbero venire le convulsioni a certi burocrati, ho un poligono di tiro ai 300mt con fucile a poca distanza da casa mia, e non e' strano vedere ragazzini col fucile attaccato al motorino che vanno in qualche foresta a praticare tiro a segno.

leggevo proprio ieri un articolo su una rivista, che diceva come i crimini siano in diminuzione in USA, nonostante una esplosione nella vendita di armi (tutta gente che compra per paura di eventuali restrizioni) e anche considerando posti come la svizzera, che pullulano di armi, la correlazione armi-crimine rimane un teorema fasullo.
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
xyz
Super forumista
*****
Post: 1.361


« Risposta #8 il: 04 Luglio 2010, 11:16:01 »

Non per voler fare dietrologia, ma ricordo da qualche trascorso che avevamo un poligono, si praticava il tiro istintivo con la 92S e l'M-12 (a dire il vero anche il MAB), la procedura era abbastanza semplice, arrivavi in poligono, l'armiere ti consegnava X proiettili e a fine sessioni dovevi averli usati tutti. Invece se in servizio sparavi un colpo o ti "perdevi" un proiettile c'erano un mare infinito di paperalla da compilare oltre al terzo grado del superiore. Norme restrittive sull'uso delle armi con porto d'armi concessi senza sapere se il soggetto potrebbe essere potenzialmente pericoloso, le trovo assolutamente inutili. Non trovo neanche corretto che negli USA entri al supermercato e compri un arma e ti ci alleni costantemente mentre le FFOO non possono farlo perché ha dei costi. Vogliamo parlare poi delle regole d'ingaggio che in Libano, Afghanistan etc. hanno distribuito morti tra i nostri connazionali.
Loggato
GattoVolante
Forumista pro
***
Post: 329



« Risposta #9 il: 04 Luglio 2010, 11:39:52 »

mi intrometto per aggiungere un mio piccolo contributo che centra relativamente.

ho praticato da quando avevo 15 anni il softair (la guerra simulata) e come evoluzione ha molte similitudini con il VDS.
nel sendo che è uno sport che è letteralmente esploso per la mancanza di norme e di regolamenti che lo riguardassero.
difatti la legge prevede che le "armi" con potenza al di sotto del joule sono da considerarsi giocattoli e non ci siano da fare trafile burocratiche nè per detenerle nè per portarsele in giro.
Questa semplificazione normativa ha reso possibile un'evoluzione mostruosa della tecnologia legata a queste armi, con l'unico vincolo quello del joule di potenza.
ed ecco apparire armi precisissime, efficentissime, con materiali all'avanguardia, nuove accortezze tecniche per permettere di aumentare precisione e gittata, ecc.
in pratica come i groppini sono diventati pioneer300 le prime pistolette a molla cinesi si sono trasformati in fucili automatici con gittate sfruttabili fino a 35-40 metri. (questo per dimostrare come la deregolamentazione non fa che bene negli ambiti del tempo libero)

da sempre esiste una specie di opposizione silenziosa da parte dei burocrati e delle FdO, le quali non avendo nessuna norma dalla loro (per ora), cercano di opporsi ai raduni nei boschetti dei ragazzi che "giocano alla guerra".
Le norme tirate in ballo sono dal sempreverde "procurato allarme" al più astruso e probabilmente nemmeno esistente "manifestazione(?) su suolo pubblico senza autorizzazione".
ora sono un paio d'anni che non seguo più questo mondo, ma non mi stupirei se si stesse studiando una 404 anche per questa "disciplina".

Io da sempre ho notato questo tipo di atteggiamento delle istituzioni, qualsiasi cosa tu faccia che ti fa divertire ed esce dall'ordinaria partita di calcetto diventa oggetto delle attenzioni di qualche burocrate e finisce per essere soffocata con la scusa del "bene comune" o addirittura della "propria sicurezza".
Aggiungo che un ruolo importante di appoggio a questo regime totalitario lo offre il popolino, che freme per chiamare i caraBBinieri quando vede gente che si diverte in maniera differente, spiando da dietro la tendina del salotto e godendo quando vede arrivare le gazzelle.

se poi penso che negli states ci si spara liberamente le palline di vernice ad oltre 10j di potenza mi viene da piangere..

avevo pensato un paio di anni fa di iniziare il tiro a segno, ma, complice la già citata trafila burocratica, ho deisitito e mi sono dedicato ad altro.
non mi stupisco se il TSN di piacenza sia con le pezze al culo, i giovani preferiscono fare altro che pirlare per questure e visite mediche per sparare a dei bersagli di carta (e io li capisco).
Loggato

Antonio Gatti - Nowhere based - no plane - no niente

però abito vicino a Piacenza Smiley
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #10 il: 04 Luglio 2010, 11:56:54 »

c'e' una proposta di riforma della legge sulle armi, fatta dal giudice Mori.

la legge non e' male, ma scommetto che finira' come col 404, essa verra' modificata, emendata, le migliorie annaquate e dozzine di restrizioni applicate per controbilanciare le miglorie, e si finira' con il solito pastrocchio inutile e complicato

la nuova legge liberalizza le armi ad aria compressa e aumenta il limite delle softair a 2 joule, ma scommetto il mio rene buono che queste migliorie verranno eliminate.

in svizzera sino al 2008 era possibile comprare e detenere vecchie armi di ordinanza dell'esercito senza manco denunciarle. ora purtroppo c'e' stato un solenne giro di vite anche qui, ma almeno la legge e' chiarissima e comprensibile a tutti, senza le demenziali interpetazioni delle questure italiane.

http://www.admin.ch/ch/i/rs/514_54/index.html
Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #11 il: 04 Luglio 2010, 13:29:29 »

Penn e Teller lo spiegano meglio di me


Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Flak
Super forumista
*****
Post: 11.008


« Risposta #12 il: 04 Luglio 2010, 16:14:04 »

Fino a 3 anni fa ero un assiduo frequentatore di poligoni, ed appassionato di armi. Ora il volo mi assorbe i we liberi ... e le armi sono sottochiave.
Per quanto riguarda la legge, almeno fino a 3 anni fa, in italia non ci si può lamentare troppo, non siamo in svizzera o canada, ma di limiti reali non ne vedo moltissimi. Salvo il porto da difesa (del quale parlo più avanti) io non ho mai avuto particolari problemi per il porto di fucile (se senza precedenti), per l'acquisto di armi, polvere e materiali. Nessun problema nemmeno per il tipo di armi utilizzabili, rispetto ad altri paesi ... attualmente posseggo ancora un AK47, un M-4 (AR15) e un G36 (SL8, da tiro), ovviamente in semi automatico per uso civile, oltre a diverse pistole ... unico problema, al tempo perchè ora la cosa è libera, era il limite nelle munizioni acquistate. A me tuttavia non importava molto perchè le munizioni le ho fatte sempre in casa, di fatto necessario soprattutto per i calibri da fucile dati i costi dei proiettili di precisione al negozio. Per il poligono anche nessun problema, vicino a casa con piazzole ampie dove poter fare il tiro dinamico anche a fucile, linee fino a 600mt per il tiro di precisione. Insomma, non posso dire di essere stato così penalizzato.
Per quanto riguarda il porto da difesa se ne discuteva molto sui forum di armi al tempo ... e credo ancora oggi. Ma ora vado un pò di fretta ... ci torno dopo.  Wink
Loggato

E Gesù rispose: Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! Luca 11,46.
bebix
Super forumista
*****
Post: 4.725



« Risposta #13 il: 04 Luglio 2010, 18:31:17 »

Citazione
pochi anni dopo mi vidi costretto a rinunciare al tiro a segno. per l'ottenimento del permesso di trasporto era necessaria una lunghissima e costosissima trafila burocratica, con tanto di visita medica che non passai essendo miope.
ora, quella legge fatta da quel bravo guaglione di de lorenzo decideva a priori che siccome avevo piu' di 3 diottrie di miopia, non ero adatto al trasporto di una arma (ma a guidare l'auto si?) anche se al poligono facevo comodamente la media del 9 sulla routine PS.
GM, questa cosa l'avevi già detta in altra occasione: ma le cose non sono così, sempre se tu ti riferissi soltanto alla miopia e su questo sono "esperto" Smiley Wink

Per la caccia o l'uso sportivo i requisiti sono:

Requisiti visivi: acutezza visiva non inferiore a 8/10 per l'occhio che vede meglio, raggiungibile con lenti sferiche o cilindriche positive o negative di qualsiasi valore diottrico; l'acutezza visiva puo' essere raggiunta anche con l'adozione di lenti a contatto, anche associate ad occhiali. Per i monocoli (organici e funzionali) l'acutezza visiva deve essere di almeno 8/10, raggiungibile anche con correzione di lenti normali o corneali, o con l'uso di entrambe. Senso cromatico sufficiente con percezione dei colori fondamentali, accertabile con il test delle matassine colorate.

Quindi non contano le diottrie.

Per la difesa personale:

1) Requisiti visivi:
a) soggetti con visione binoculare: visus naturale minimo: 1/10 per ciascun occhio; visus corretto: 10/10 complessivi.
E' ammessa correzione con lenti sferiche positive fino a 5 diottrie e negative fino a 10 diottrie; l'eventuale differenza tra gli occhi non deve essere superiore a 3 diottrie per l'ipermetropia e a 5 diottrie per la miopia. Per correzione si intende la correzione totale. Per quanto concerne la correzione dell'astigmatismo, non sono ammessi vizi di refrazione superiori alle 3 diottrie per l'astigmatismo miopico, alle 2 diottrie per l'astigmatismo ipermetropico e alle 4 diottrie per l'astigmatismo misto.
b) soggetti monocoli: visus naturale minimo: 1/10; visus corretto: 9/10.
E' ammessa correzione con lenti sferiche positive fino a 5 diottrie e negative fino a 10 diottrie. Per correzione si intende la correzione totale. Per quanto concerne la correzione dell'astigmatismo, valgono gli stessi valori riferiti ai soggetti con visione binoculare; c) senso cromatico sufficiente con percezione dei colori fondamentali, accertabile con il test delle matassine colorate.


Anche per la pistole fino a -5,00 per occhio va bene.

Bibliografia: Decreto Min. Sanità 28 aprile 1998. Requisiti psicofisici minimi per il rilascio ed il rinnovo dell'autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e al porto d'armi per uso difesa personale.
Loggato

Alberto Rametta, P92 E - Aeroclub Pisa LIAT - Campo Volo Puntata
Crono
Ragazzaccio
Super forumista
*****
Post: 31.948



« Risposta #14 il: 04 Luglio 2010, 23:30:48 »

beb, a me mi avevano segato, come a tanti altri. sono abbastanza certo, ero sul luogo  :-P


Loggato

We use 43 muscles to frown, 17 to smile, and 2 to pull a trigger. I'm lazy and I'm tired of smiling.
Pagine: [1] 2 3 ... 65   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc