Benvenuto! Accedi o registrati.
News:
Pagine: [1] 2   Giù
  Stampa  
Autore Topic: Megeve (FR) - LFHM  (Letto 2675 volte)
0 Utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« il: 19 Novembre 2008, 00:26:48 »

Altiporto alla portata di tutti (...se ci sono atterrato io con un DR-300, pur con istruttore, due volte senza scassarlo...), infatti non richiede autorizzazioni particolari come invece accade per Courchevel. (condizioni variate, si veda link adf AIP cfr. post successivi)

Rimando all'AIP francese per tutti i dettagli tecnici, per il resto la procedura di avvicinamento è molto semplice a patto di mantenere le quote pubblicate. Accettati AG e ULM, nei fine settimana si vedono in rapida sequenza Mooney e Savannah come se nulla fosse (si vedano post successivi e link all'AIP).
L'ambiente è semplicemente stupendo, con un bel ristorante tipico, un aeroclub molto ospitale e naturalmente la zona del Monte Bianco da esplorare. Se non volete farvi spennare a Megeve, potete pernottare nel delizioso ma più economico Combloux, che è a 20 minuti d'auto.

Presso l'aeroclub si pratica volo in montagna su superfici non preparate (ghiacciai, neve), quindi ottima occasione per provare.
Io ci ho volato d'estate e mi sono goduto il massiccio del Monte Bianco da dentro valloni altrimenti inaccessibili.

Unica difficoltà: "no go-around, no second chance", come mi disse l'istruttore facendomi notare i 1000 m di roccia al fondo della pista  Wink

« Ultima modifica: 04 Giugno 2009, 16:07:07 da Marculì » Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #1 il: 02 Febbraio 2009, 23:38:15 »

Decollo, giretto e atterraggio:



Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
CAT4R4TTA
Super forumista
*****
Post: 8.538



WWW
« Risposta #2 il: 03 Febbraio 2009, 10:10:38 »

Gran bel voletto. Oltretutto da Lodi sn 220Km quindi una cazzata come distanza. La rotta migliore forse è Milano - Aosta e poi salire per scollettare...o ce n'è una più indicata?

S.
Loggato

Everybody talks about the weather, but nobody does anything about it
Southampton (UK) - VDS avanzato, PPL ritardato JAA ed FAA. iChat: disimpli (AT) gmail.com Skype: cat4r4tta
luigi_wilmo
Admin
Super forumista
*
Post: 7.713



« Risposta #3 il: 03 Febbraio 2009, 10:26:42 »

Bellissima destinazione, me la segno e voglio sicuramente provare.
Sicuramente vado a vedere l'AIP, ma sei sicuro che non serva l'abilitazione francese per montagna?
Lo dico perchè la richiedono le La Mole, l'aeroporto di Saint Tropez, che è ridicolo come difficoltà.
Loggato

Luigi Franceschetti, finalmente sempre a Brescia.
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #4 il: 03 Febbraio 2009, 10:54:03 »

Luigi, l'istruttore tre anni fa mi aveva detto che non serviva nulla.
Controllo e ti dico.


Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
MarcuLee
Buona camicia (di forza) a tutti!
Admin
Super forumista
*
Post: 12.211


WWW
« Risposta #5 il: 03 Febbraio 2009, 10:54:25 »

Credo, e sottolineo CREDO, che per i VFR abbiano abolito l'autorizzazione per la mole

Ecco il finale

Loggato

Marco Alberti - vfrflight.net vfrmagazine.net vfrcampus.net
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #6 il: 03 Febbraio 2009, 10:58:07 »

Luigi, hai fatto bene a sollevare il dubbio.

https://www.sia.aviation-civile.gouv.fr/aip/enligne/PDF_AIPparSSection/VAC/AD/2/0902_AD-2.LFHM.pdf

A quanto pare, almeno da ottobre 2008, è richiesta l'abilitazione e non pare più aperto agli ULM.
E' un peccato perché, oltre a essere vicina, è anche facile come altiporto (ripeto, ce l'ho fatta io su aereo sconosciuto per ben due volte  Wink)

« Ultima modifica: 03 Febbraio 2009, 10:59:57 da ClaF » Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
MarcuLee
Buona camicia (di forza) a tutti!
Admin
Super forumista
*
Post: 12.211


WWW
« Risposta #7 il: 03 Febbraio 2009, 11:01:43 »

Comunque non oso immaginare la turbolenza in finale con un po' di vento su quei costoni lì dietro....
Loggato

Marco Alberti - vfrflight.net vfrmagazine.net vfrcampus.net
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #8 il: 03 Febbraio 2009, 11:09:21 »

Comunque non oso immaginare la turbolenza in finale con un po' di vento su quei costoni lì dietro....

Guarda, i due giretti che ci ho fatto io erano in una giornata non eccezionale, con molta instabilità, sul Bianco e nella vallata di Sallanches e di Chamonix si ballava parecchio. Nella "conca" di Megeve invece tutto molto tranquillo. Evidentemente è una zona con una micrometeorologia adatta a un altiporto. L'unica cosa preoccupante è proprio il fatto che con un AG di media potenza vedo molto duro un go-around...

Dubbio OT: ma in francia un I-1234 è considerato ULM o no? Mi viene il dubbio che il deltamotore che si vede su alcune VAC, a indicare l'apertura agli ULM, si riferisca proprio ai pendolari, mentre in francia i tre assi sono comunque considerati a/m? Marculì, tu che te la sei girata con il Savannah che dici?
Mi viene questo dubbio perché anche tre anni fa non mi pareva d'aver visto il deltamotore indicato sulla VAC di Megeve, però ricordo bene il traffico misto che c'era nel fine settimana.


Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
MarcuLee
Buona camicia (di forza) a tutti!
Admin
Super forumista
*
Post: 12.211


WWW
« Risposta #9 il: 03 Febbraio 2009, 11:20:11 »

Il deltamotore sta ad indicare gli ULM in genere, quindi anche i tre assi.
C'è però un fatto. Solitamente i francesi non lo mettono a titolo di traffico accettato, ma di attività praticate sul campo. Con questo è ovvio che noi stranieri lo prendiamo come "atterro o non atterro", ma in Francia sono molto tolleranti riguardo agli atterraggi, a meno che uno non vada ad atterrare su aeroporti improponibili, tipo Nizza per intenderci o Cannes, dove gli ULM sono espressamente vietati dall'AIP. Per il resto non stanno troppo a fare caso e comunque non sono piantagrane in genere.
Io con l'ULM ci andrei tranquillo, eviterei però di usarlo come prima tappa per coloro che non possono fare il piano di volo. Farei prima tappa altrove, tipo Gap o Albertville, che però è con autorizzazione (basta una mail...) in modo da avere servizio una volta a terra.
Loggato

Marco Alberti - vfrflight.net vfrmagazine.net vfrcampus.net
ClaF
Admin
Super forumista
*
Post: 19.097


coltivatore di VFR-qualcosa


WWW
« Risposta #10 il: 03 Febbraio 2009, 12:01:22 »

Resta il problema della "abilitazione"...

Loggato

ClaF™
"(volare) rimane per me sempre ancora un grande mistero, una passione, un qualcosa di infantile e di irreale." – F. Giaculli
CAT4R4TTA
Super forumista
*****
Post: 8.538



WWW
« Risposta #11 il: 03 Febbraio 2009, 12:42:43 »

Resta il problema della "abilitazione"...



Secondo te qualcuno la chiede?
Loggato

Everybody talks about the weather, but nobody does anything about it
Southampton (UK) - VDS avanzato, PPL ritardato JAA ed FAA. iChat: disimpli (AT) gmail.com Skype: cat4r4tta
luigi_wilmo
Admin
Super forumista
*
Post: 7.713



« Risposta #12 il: 03 Febbraio 2009, 14:20:11 »

Non lo so, a Paolo (quello del Cirrus) non fu chiesta a La Mole. I Francesi sono, in generale, molto tolleranti verso il volo VFR, ma è anche vero che sono molto seri ed efficienti quando c'è qualche infrazione.
Sinceramente ho sempre rinunciato a La Mole per due ragioni:
a) La mancanza dell'abilitazione. Può essere come dice Marculì (che non serve più), tuttavia fino a Giugno dell'anno scorso sì, avevo chiesto di poter fare l'abilitazione da Cannes (circa 1000 Euro con DA40).
b) Il costo (alto) di La Mole. Parliamo di più di 100 Euro per un giorno con un aereo da 2 ton.
Loggato

Luigi Franceschetti, finalmente sempre a Brescia.
CAT4R4TTA
Super forumista
*****
Post: 8.538



WWW
« Risposta #13 il: 22 Ottobre 2011, 16:09:28 »

https://www.sia.aviation-civile.gouv.fr/aip/enligne/PDF_AIPparSSection/VAC/AD/2/1112_AD-2.LFHM.pdf

aggiornato link
Loggato

Everybody talks about the weather, but nobody does anything about it
Southampton (UK) - VDS avanzato, PPL ritardato JAA ed FAA. iChat: disimpli (AT) gmail.com Skype: cat4r4tta
philippebart
Super forumista
*****
Post: 1.294



WWW
« Risposta #14 il: 22 Ottobre 2011, 18:39:52 »

Il deltamotore sta ad indicare gli ULM in genere, quindi anche i tre assi.
C'è però un fatto. Solitamente i francesi non lo mettono a titolo di traffico accettato, ma di attività praticate sul campo. Con questo è ovvio che noi stranieri lo prendiamo come "atterro o non atterro", ma in Francia sono molto tolleranti riguardo agli atterraggi, a meno che uno non vada ad atterrare su aeroporti improponibili, tipo Nizza per intenderci o Cannes, dove gli ULM sono espressamente vietati dall'AIP. Per il resto non stanno troppo a fare caso e comunque non sono piantagrane in genere.
Io con l'ULM ci andrei tranquillo, eviterei però di usarlo come prima tappa per coloro che non possono fare il piano di volo. Farei prima tappa altrove, tipo Gap o Albertville, che però è con autorizzazione (basta una mail...) in modo da avere servizio una volta a terra.


e vero hai ancora raggione I FRANCESI SONO MOLTO PIU BRAVI  Cheesy Cheesy Cheesy
Loggato

MIONNAY al nord di LYON "FRANCIA" campo privato, F-JXWO
www.bart-elec.fr
www.camera-surveillance-gsm.fr
skype: philippebart
Pagine: [1] 2   Su
  Stampa  
 
Vai a:  


Copyright 2008-2016 © VFRFlight.net | Cookies and privacy policy

Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
XHTML | CSS | Aero79 design by Bloc